Menu principale

Categorie news

Contatore visite OGGI

Utenti online

28 utente(i) online
(1 utente(i) in News)

Login

Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Foto recenti

Meteo in Italia

La situazione:
Scegli la Provincia

Cerca nel Sito

Foto recenti

Foto a caso

Wikileaks - Missili Iran puntati su italiani a Herat - Gli alpini ina zione in Afghanistan -
Andrea Bocelli a cavallo durante Il concerto "Bravo Italy e China" -
Lo stilista francese Mabille in passerella a Parigi
HOTEL SAMMARTINO - AGNONE - IS -
NARCISISTA: Colui che ha difficoltà ad amare
Molte donne si danno a Dio quando il diavolo non le vuole più
Donne sole
Le bellezze di Napoli e le province della Campania
Offendere la gente è facile, ma è difficile migliorarla
L'invidia è sorella carnale dell'odio a
Salute e Benessere : Trigliceridi alti
Inviato da Dott. Gianni Fusco il 24/11/2018 10:10:00 (748 letture)

I trigliceridi alti nel sangue costituiscono una condizione medica nota come ipertrigliceridemia; questa è una forma di iperlipidemia (dislipidemia) caratterizzata dall'aumento eccessivo dei trigliceridi nel sangue (> 200mg/dl).


labbradipalma


Avere i trigliceridi alti aumenta significativamente il rischio di infarto, ma la sua importanza statistica non è ancora stata completamente differenziata da quella del'ipercolesterolemia (colesterolo alto), alla quale spesso (ma non necessariamente) si accompagna. In definitiva, l'ipertrigliceridemia è una dislipidemia che favorisce l'evento di cardiopatia ischemica acuta, a causa di:



  • RIDUZIONE DELL'EFFICIENZA FIBRINOLITICA (incremento del potenziale di coagulazione del sangue)

  • PREDISPOSIZIONE ALLA TROMBOSI

  • CORRELAZIONE DIRETTA CON IPERCOLESTEROLEMIA LDL

  • CORRELAZIONE DIRETTA CON RIDUZIONE DEL COLESTEROLO HDL




La terapia farmacologica per i trigliceridi alti (fibrati, gemfibrozil) diminuisce significativamente il rischio di eventi infausti, a conferma di quanto lascia intuire la suddetta correlazione statistica tra eventi cardio-ischemici e trigliceridi alti.





Cause di trigliceridi alti




Tra le cause d'insorgenza dell'ipertrigliceridemia, si distinguono quelle primarie e quelle secondarie.

L'ipertligliceridemia primaria o familiare (tipo IV e V) è una patologia primitiva, trasmessa geneticamente, di tipo autosomico dominante; è frequentemente associata ad obesità e ridotta tolleranza al glucosio, che contribuiscono all'aumento del rischio coronarico e di pancreatite acuta. 

Al contrario, l'aumento secondario dei trigliceridi nel sangue, INDIPENDENTE dal patrimonio genetico, è determinato da uno o più fattori ambientali, comportamentali e di comorbilità associate:



  • Abuso alimentare ed obesità: abuso di alcol, dieta sbilanciata (eccesso di carboidrati soprattutto semplici) e mal ripartita nei pasti (pasti troppo abbondanti)

  • Diabete Mellito non adeguatamente curato

  • Sindrome nefrosica

  • Insufficienza renale

  • Assunzione di farmaci corticosteroidi ed estrogeni


Dieta




Come anticipato, i trigliceridi alti possono essere la conseguenza di condotte alimentari e stile di vita inappropriati; l'obesità è il frutto dell'abuso alimentare (talvolta correlato a disordini di natura psichica), generalmente esteso a tutti gli alimenti ipercalorici e alle bevande zuccherate o alcoliche, ed aggravato dall'insufficienza di attività fisica complessiva. E' possibile definire che l'abuso alimentare, nel complesso, favorisca lo squilibrio dei pasti (riducendone la frequenza a vantaggio dell'ipercaloricità), determinando una risposta metabolica inefficace, inefficiente o inappropriata.




L'eccesso calorico, soprattutto derivante dagli zuccheri, determina l'innalzamento eccessivo della glicemia sanguigna; questa iperglicemia, che di riflesso induce iperinsulinemia (eccesso di INSULINA), nel soggetto sedentario (e soprattutto nell'obeso e/o nell'insulino-resistente) favorisce la SCORRETTA metabolizzazione dei nutrienti, i quali (ad opera dell'effetto anabolico e lipogenico dell'insulina) subiscono inesorabilmente la conversione in acidi grassi;





in pratica, è possibile affermare che l'abuso alimentare sia correlato all'iperglicemia, di conseguenza all'iperinsulinemia, e favorisca la sintesi di acidi grassi determinando l'insorgenza dei trigliceridi alti nel plasma.





Inoltre, ricordiamo che l'alcol etilico, pur NON essendo un nutriente in quanto NON viene coinvolto DIRETTAMENTE nella produzione energetica, fornisce 7kcal per grammo; esso contribuisce all'ammontare calorico del pasto, determina uno stimolo insulinico paragonabile a quello dei carboidrati semplici e per essere metabolizzato DEVE subire la conversione biochimica in acidi grassi.





Se ne evince che ANCHE l'abuso di alcol contribuisce significativamente all'innalzamento dei trigliceridi sanguigni.





Esistono anche nutrienti utili alla riduzione dei trigliceridi ematici; è il caso degli acidi grassi essenziali omega-3, ovvero l'acido alfa linolenico (18:3 ALA), l'acido eicosapentaenoico (20:5 EPA) e l'acido docosaesaenoico (22:6 DHA). Gli alimenti che li contengono sono soprattutto: pesce azzurro (aringa, sardina, sgombro, lanzardo, alaccia, aguglia, palamita, tonno, alice, salmone, "merluzzo" ecc.) ed oli vegetali o di pesce (olio di semi di lino, di soia, di noce, ribes nero, colza ecc; olio di fegato di merluzzo). EPA e DHA svolgono numerose funzioni utili alla prevenzione delle coronaropatie; tra queste ricordiamo un effetto DIRETTO su



  • RIDUZIONE: dei trigliceridi ematici, della sintesi epatica delle VLDL, della densità del sangue, della pressione arteriosa, della fibrinogenoemia, del potenziale di aggregazione piastrinica;

  • AUMENTO delle HDL (?);

  • POTENZIAMENTO della fibrinolisi;

  • INIBIZIONE della sintesi di PDGFc (fattore determinante nella patogenesidell'aterosclerosi).




Gli acidi grassi essenziali della famiglia omega3 sono fondamentali nel trattamento dietetico dei trigliceridi alti e nella riduzione delle complicanze e comorbilità associate.

Parallelamente, il difetto di fibra alimentare (soprattutto solubile) può aggravare la condizione dei trigliceridi alti nel sangue; essa è in grado di modulare l'assorbimento dei nutrienti favorendo l'attenuazione della curva glicemica e riducendo la lipogenesi; pertanto, garantire una quota di fibra pari a 30g al giorno rappresenta un ottimo accorgimento per la riduzione dei trigliceridi sanguigni.







In definitiva, le raccomandazioni per prevenire e curare i trigliceridi alti sono:



  • Evitare il consumo o l'eccesso di alimenti dolci, bevande zuccherate ebevande alcoliche

  • Evitare porzioni eccessive di alimenti a prevalenza glucidica: pasta, pane, riso, polenta, e tutti gli altri cereali con rispettivi derivati

  • Frazionare le calorie giornaliere in almeno 5 pasti al dì, ed evitare di consumare porzioni generalmente troppo abbondanti

  • Promuovere il consumo di alimenti contenenti acidi grassi essenzialidella famiglia omega3, in particolare DHA ed EPA

  • Promuovere il raggiungimento della quota di fibra alimentare (circa 30g/die)

  • Promuovere l'esercizio fisico SOPRATTUTTO in corrispondenza del picco glicemico post-prandiale (passeggiata o pedalata dopo 120'-150' dal pasto).




Altre news
10/12/2018 9:00:00 - Obesità, mele verdi efficaci
10/12/2018 8:50:00 - La NATO: La forza dell'unione - Questo organismo è nato, dopo la Seconda Guerra Mondiale, soprattutto perché gli Stati Uniti temevano attacchi dal grande nemico che era ancora la Russia
10/12/2018 8:40:00 - Reflusso gastrico: Scoperti i modi per prevenirlo e curarlo. Basta un bicchiere d’acqua e …
10/12/2018 8:30:00 - COME RENDERE FELICE UNA DONNA? COSA STO SBAGLIANDO?
10/12/2018 8:20:00 - Allattamento al Seno - Il Codice Internazionale sulla Commercializzazione dei Sostituti del latte materno
10/12/2018 8:10:00 - PERCHE' GLI EBREI FURONO PERSEGUITATI DALL'ANTICHITA'? ECCO UNA DELLE CAUSE TRA TANTE
10/12/2018 7:50:00 - Chi è il sindaco - Mandato - Funzioni - Notizie storiche
24/11/2018 10:10:00 - Trigliceridi alti
24/11/2018 10:00:00 - Dieta per Ipertrigliceridemia - Eccesso di trigliceridi nel sangue
24/11/2018 9:50:00 - Frutta per Diabetici
24/11/2018 9:40:00 - Cibi per Diabetici
24/11/2018 9:30:00 - Fruttosio e diabete
24/11/2018 9:20:00 - Il diabete mellito
24/11/2018 9:10:00 - Disturbi della personalità: Il narcisista: colui che ha difficoltà ad amare
24/11/2018 9:00:00 - Gli abiti condizionano pensieri e personalita'. Lo dice un test americano di attenzione selettiva
24/11/2018 8:50:00 - Fagioli e piselli amici della linea - Epatiti: infetti 2,5 milioni di italiani - Sla, scoperto ruolo cellule muscolari - Consuma pesce abbassa rischio Alzheimer
24/11/2018 8:40:00 - Se il Neanderthal si scopre vanitoso
24/11/2018 8:30:00 - La cirrosi epatica
24/11/2018 8:20:00 - Che cos’è l’aspartame? - L’aspartame è sicuro? - Benefici dell’aspartame - In che forma si trova?
24/11/2018 8:10:00 - Bomba vitaminica per il cuore, contro ictus, pressione e glicemia
24/11/2018 8:00:00 - Il limone ti fa bella e, soprattutto, magra
24/11/2018 8:00:00 - LA FIMOSI
24/11/2018 7:50:00 - Disturbo da deficit d'attenzione e Iperattività: come riconoscerlo?
24/11/2018 7:40:00 - Diete, quando i kg persi tornano indietro
24/11/2018 7:40:00 - L’epispadia è una malformazione congenita dei genitali esterni e del basso apparato urinario



Segnala questa news

                   

Rubriche

Chiamaci su Skype

Social Networks

Messaggi dal Guestbook

  • 20/11/2008  Sono Miriam di Milano  Sono Miriam di Milano vorrei dirvi ...
  • 7/9/2008  Luisa Casalnuovo (NA) - Italia -  Ho letto le vostre rubriche eccezionali e o visto le foto sui tifosi belle
  • 7/9/2008  Luisa Volla (NA) - Italia  Coplimenti un ottimo sito non è caotico ed è molto chiaro
  • 23/8/2008  Kya  X Angela
  • 16/8/2008  Jonny  Divertente
  • 15/8/2008  Sara - Napoli  Sotto Voce è molto interessante -
  • 13/8/2008  Sara  Salve leggo spesso con le mie amiche i vostri messaggi nella rubrica sotto voce
  • 13/8/2008  Celeste - Napoli -  Per Angela di Napoli
  • 13/8/2008  Popetta  Per Angela
  • 13/8/2008  Mary Bon  Ad Angela di Napoli


  • Visita

News più lette

Un articolo a caso

gifluceLa concezione della morte. Perché in tutte le cose c'è un inizio e una fine? E soprattutto perché la fine ha sempre una strana somiglianza con l'inizio? E' come se la natura si preoccupasse di voler terminare ogni volta un ciclo, in cui però la fine non è esattamente identica all'inizio. E' come se la coincidenza approssimata, relativa, dell'inizio con la fine, volesse indicare che con quell'inizio si è appunto concluso "un" ciclo, al punto che non potrà più essercene un altro nelle stesse identiche condizioni.

News a caso

Articoli dalle Rubriche

Ultimi video inseriti

Video a caso

C'era una Volta il West - 4/1...
(Sun, 09-Oct-2011)
C'era una Volta il West - 4/1...
Dottor Piero Mozzi colesterol...
(Wed, 05-Dec-2018)
Dottor Piero Mozzi colesterol...
Eruzione vesuvio 1944 "RARO"
(Wed, 18-Feb-2015)
Eruzione vesuvio 1944 "RARO"
Elvis Presley Jailhouse Rock ...
(Sat, 27-Dec-2008)
Elvis Presley Jailhouse Rock ...
ABBA - Le canzoni più belle -
(Wed, 10-Aug-2011)
ABBA - Le canzoni più belle -
Il Volo - Delilah
(Thu, 04-Aug-2016)
Il Volo - Delilah
CENSURATO DA TUTTE LE TV ITAL...
(Mon, 21-Nov-2011)
CENSURATO DA TUTTE LE TV ITAL...
Tarantella - Dance Remix
(Sat, 07-Feb-2015)
Tarantella - Dance Remix
PAUL ANKA - DIANA HD
(Mon, 26-Feb-2018)
PAUL ANKA - DIANA HD
Guerrino: Sformato Di Verza C...
(Sat, 16-Aug-2008)
Guerrino: Sformato Di Verza C...