Menu principale

Categorie news

Contatore visite OGGI

Utenti online

21 utente(i) online
(1 utente(i) in News)

Login

Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Foto recenti

Meteo in Italia

La situazione:
Scegli la Provincia

Cerca nel Sito

Foto recenti

Foto a caso

Foto Curiose -
L'Inter piega il Chievo -
L'olandese Gerritdina nel Mondiale di Bodybuilding a Bangkok -
Foto divertente
Barcolana Trieste; 44/a edizione guarda a Nord Europa
Trident, nuova versione della sportiva turbodiesel Iceni. Motore 6.6 a gasolio di un pick up GM per
Del Piero a Sydney, accoglienza da star
NARCISISTA: Colui che ha difficoltà ad amare
L'invidia non è altro che un odio per l'altrui superiorità
Il bagno più strano del mondo, gli uomini non riescono a urinare perché i modelli sono ‘troppo sexy’
Stili di vita : Disturbo da attacchi di panico
Inviato da Dott. Giuseppe Arno il 7/9/2019 8:40:00 (1247 letture)

IImmagine animatanquadramento: Il disturbo da attacchi di panico (DAP) è una patologia psichiatrica nella quale le tipiche reazioni di intensa paura, desiderio di fuga, angoscia e timore per la propria incolumità, tipicamente sperimentate in occasione di situazioni catastrofiche o realmente pericolose, vengono scatenate da eventi e circostanze assolutamente innocue e come tali percepite dalla maggioranza delle persone. L'attacco di panicopuò innescarsi anche mentre si è tranquillamente seduti in poltrona a leggere o a guardare la televisione, o addirittura nel sonno, con manifestazioni sia psicologiche sia fisiche 


Donna allegra


Il disturbo da attacchi di panico può esordire in qualunque momento della vita (ma più spesso tra i 20 e i 30 anni), all'improvviso e nelle circostanze più insospettabili, mentre si sta compiendo un'azione assolutamente banale che prima di allora non aveva mai creato problemi.



In genere, il minimo comune denominatore dellesituazioni critiche consiste nel trovarsi in luoghi da cui è difficile fuggire (nell'abitacolo dell'automobile mentre si guida soli, in ascensore, su un traghetto, in metropolitana ecc.) o nei quali non si potrebbe essere soccorsi in caso di malore (per esempio, mentre ci si trova in mezzo alla folla o da soli in luoghi isolati).
L'attacco di panico non è pericoloso per la salute né mentre si verifica né in seguito, ma le sensazioni che si provano sono talmente coinvolgenti e traumatiche da indurre chi le sperimenta a evitare la situazione in cui si è verificato per non rischiare di ripetere l'esperienza. Se non adeguatamente trattato, con l'evolvere del disturbo e il moltiplicarsi delle situazioni da evitare, la persona affetta da disturbo da attacchi di panico, nell'arco di 2-3 anni, finisce con il chiudersi in se stessa, fino a non riuscire più a lavorare, ad avere una vita sociale, a svolgere le attività quotidiane più banali, come andare al supermercato o al cinema da sola.




Le cause della malattia non sono ancora completamente chiarite. Esiste sicuramente una predisposizione genetica, dal momento che i familiari di una persona affetta da disturbo da attacchi di panico hanno una probabilità dieci volte superiore a quella della popolazione generale di svilupparlo a loro volta, ma non sono ancora stati individuati specifici geni responsabili. Studi condotti alla fine degli anni '90 hanno evidenziato nei pazienti con disturbo da attacchi di panico un'ipersensibilità all'anidride carbonica, al punto che facendo respirare a questi soggetti aria arricchita di CO2 si può scatenare un attacco del tutto simile a quelli spontanei. Altri fattori in gioco, soprattutto nelle donne, sono le oscillazioni ormonali associate al ciclo mestruale (che possono favorire l'insorgenza dell'attacco) e alla gravidanza (che, invece, risulta protettiva).
Sintomi e Diagnosi
Emettere la diagnosi di disturbo da attacchi di panico è relativamente semplice quando insorgono in modo del tutto spontaneo, ingiustificato e improvviso sintomiquali:
Profonda angoscia.
Terrore.
Tachicardia.
Senso di soffocamento e difficoltà respiratorie.
Vertigine e perdita dell'equilibrio.
Sensazione di morte imminente o di essere sul punto di impazzire.
Desiderio di fuga.
Trattamento
La strategia da seguire per eliminare gli attacchi di panico dipende dalla gravità del disturbo e dal momento in cui il paziente si rivolge al medico. Il disturbo da attacchi di panico è, infatti, un disturbo con andamento periodico, caratterizzato da periodi di riacutizzazione, con attacchi frequenti, e fasi di benessere, libere da sintomi.



Nel primo caso, è in genere necessario prevedere un trattamento combinato, basato su farmaci e psicoterapia.
Terapia farmacologica
Per disinnescare le reazioni abnormi caratteristiche del disturbo da attacchi di panico e interrompere il circolo vizioso negativo che moltiplica le situazioni da evitare è indispensabile ricorrere ai farmaci. I composti più indicati in questo caso sono gliantidepressivi, in particolare gli inibitori del sistema di riassorbimento dellaserotonina (SSRI) e della noradrenalina (SNRI). Si tratta di farmaci sicuri, efficaci e ben tollerati che riescono a determinare un buon miglioramento dei sintomi dopo 2-4 settimane di assunzione regolare. Per ottenerne i massimi benefici è, però, importante seguire attentamente le indicazioni del medico rispetto a dosaggi e tempi del trattamento. Generalmente, per azzerare gli attacchi sono necessari da uno a tre mesi, cui devono seguire altri due mesi di consolidamento, nei quali ai farmaci si abbinano interventi psicoterapici.



L'opportunità di interrompere la terapia farmacologica dopo questo periodo deve essere valutata dal medico in accordo con il paziente.
Approccio psicoterapico
Per ottimizzare gli effetti della terapia farmacologica e offrire al paziente un efficace mezzo di autogestione delle sensazioni sperimentate nelle diverse circostanze della vita quotidiana è utile abbinare ai farmaci una terapia comportamentale indirizzata al "decondizionamento dallo stimolo fobico", ossia a sciogliere il legame tra le situazioni critiche e la reazione ansiosa del paziente.



Questo approccio è particolarmente vantaggioso nella fase di consolidamento del trattamento per ridurre la tendenza del paziente a evitare luoghi e situazioni percepite come "temibili". L'approccio comportamentale prevede che la persona affetta dadisturbo da attacchi di panico, anziché evitarli, si esponga gradualmente agli eventi ritenuti stressanti, li analizzi con l'aiuto dello specialista e li elabori in chiave positiva per far rientrare l'esperienza vissuta in un contesto di normalità e affrontarla meglio in occasioni successive.



 



 




Altre news
16/9/2019 9:00:00 - Disturbo Bipolare – Cosa è, Sintomi, Cause e Cura
16/9/2019 8:40:00 - Tabacchi: COMPOSIZIONE DEL PREZZO
16/9/2019 8:30:00 - Come comunicare con occhi e mani - Sedurre con le parole ed esercizi per esser vincenti - 6 regole per affascinare l'interlocutore - I 3 ingredienti del successo
16/9/2019 8:20:00 - LE VITTIME DELLA MODA
16/9/2019 8:10:00 - Dolcificanti ipocalorici, ben piu’ che soltanto un sapore dolce
16/9/2019 8:00:00 - Il termine: DONNINA ALLEGRA - MALAFEMMINA - SQUILLO - BATTONA - MERETRICE - MONDANA - ESCORT - PUTTANA - PROSTITUTA - TROIA - ZOCCOLA
16/9/2019 8:00:00 - Ecco 'pinzette'molecolari anti Alzheimer - Ue: via libera a vaccino antimeningite B - Tumori, in crescita malati in cura radio - Nasce Mommilk, latte materno a prematuri
16/9/2019 7:50:00 - Ue: no all'abuso di antibiotici - Ogni anno 25 mila decessi per batteri resistenti a farmaci
16/9/2019 7:40:00 - ALLUMINIO NELLA NOSTRA ALIMENTAZIONE - SUCCO D’ARANCIA IN CONTENITORI DI ALLUMINIO TRATTATO NON E’ CONSIGLIATO
16/9/2019 7:40:00 - Ecco perché gli uomini guardano il lato b
16/9/2019 7:40:00 - Un grande riconoscimento per il Teatro di San Carlo, il più bel teatro del mondo
16/9/2019 7:30:00 - La dieta da 1.200 kcal
16/9/2019 7:20:00 - Sesso, tradisce una coppia su tre - La monogamia non fa per tutti
16/9/2019 7:20:00 - Le cause psicologiche di una penetrazione dolorosa
16/9/2019 7:20:00 - Orgasmo clitorideo o vaginale?
16/9/2019 7:20:00 - Eiaculazione femminile
16/9/2019 7:10:00 - SESSO: PER UNA NOTTE LEI LO VUOLE BELLO, LUI HA MENO PRETESE
16/9/2019 7:10:00 - Curiosità sul clitoride: piccolo ma grande
16/9/2019 7:00:00 - Onan non si masturbava (Onan non era onanista)
16/9/2019 7:00:00 - Sesso orale - Alcuni dei contenuti qui riportati potrebbero urtare la sensibilità di chi legge
14/9/2019 9:30:00 - Qualità nutrizionali delle castagne
14/9/2019 9:20:00 - Bibbia e Magia: Non praticate né la magia, né la divinazione
14/9/2019 9:10:00 - Indicazioni sul Disturbo Paranoide di Personalita'
14/9/2019 9:00:00 - Maniaci della bilancia? - La propria rinascita alimentare
14/9/2019 8:50:00 - Un 'pappagallo' si rivolge ad una bella signora in acqua: Signora, si tocca ? Oggi no, arriva mio marito!



Segnala questa news

                   

Rubriche

Chiamaci su Skype

Social Networks

Messaggi dal Guestbook

  • 20/11/2008  Sono Miriam di Milano  Sono Miriam di Milano vorrei dirvi ...
  • 7/9/2008  Luisa Casalnuovo (NA) - Italia -  Ho letto le vostre rubriche eccezionali e o visto le foto sui tifosi belle
  • 7/9/2008  Luisa Volla (NA) - Italia  Coplimenti un ottimo sito non è caotico ed è molto chiaro
  • 23/8/2008  Kya  X Angela
  • 16/8/2008  Jonny  Divertente
  • 15/8/2008  Sara - Napoli  Sotto Voce è molto interessante -
  • 13/8/2008  Sara  Salve leggo spesso con le mie amiche i vostri messaggi nella rubrica sotto voce
  • 13/8/2008  Celeste - Napoli -  Per Angela di Napoli
  • 13/8/2008  Popetta  Per Angela
  • 13/8/2008  Mary Bon  Ad Angela di Napoli


  • Visita

News più lette

Un articolo a caso

Lo S. aureus è responsabile di circa il 2% delle polmoniti contratte nelle comunità e del 10-15% delle polmoniti nosocomiali. Persone a rischio aumentato sono i lattanti e gli anziani; i pazienti ospedalizzati e debilitati, in particolare quelli con tracheostomia, intubazione endotracheale e immunosoppressione o sottoposti di recente a intervento chirurgico; i bambini e i giovani con fibrosi cistica o malattia cronica granulomatosa; i pazienti con una sovrainfezione batterica complicante una polmonite virale, specialmente quelle da virus influenzali A e B e i tossicodipendenti, predisposti all'endocardite stafilococcica della valvola tricuspide con polmonite embolica.

News a caso

Articoli dalle Rubriche

Ultimi video inseriti

Video a caso

Viaggio in Italia, Molise - 5...
(Wed, 17-Jun-2015)
Viaggio in Italia, Molise - 5...
Toto e Carolina 1953 [VERSION...
(Wed, 09-Jul-2008)
Toto e Carolina 1953 [VERSION...
VIDEO CASSETADA TOP 20 FUNNIE...
(Sun, 19-Oct-2014)
VIDEO CASSETADA TOP 20 FUNNIE...
SOMETHING STUPID - Robbie Wil...
(Sat, 03-Dec-2011)
SOMETHING STUPID - Robbie Wil...
Quanto guadagnano i testimoni...
(Wed, 09-Jul-2008)
Quanto guadagnano i testimoni...
Io Vagabondo - Nomadi
(Fri, 27-Dec-2013)
Io Vagabondo - Nomadi
nasty little monkey
(Thu, 11-Dec-2008)
nasty little monkey
Most Watch Scary Pranks TOP 2...
(Tue, 07-Apr-2015)
Most Watch Scary Pranks TOP 2...
SUGAR BABY LOVE - THE RUBETTE...
(Tue, 26-Jul-2011)
SUGAR BABY LOVE - THE RUBETTE...
Dott Mozzi: Pressione alta
(Sun, 10-Mar-2019)
Dott Mozzi: Pressione alta