Menu principale

Categorie news

Contatore visite OGGI

Utenti online

17 utente(i) online
(4 utente(i) in News)

Login

Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Foto recenti

Meteo in Italia

La situazione:
Scegli la Provincia

Cerca nel Sito

Foto recenti

Foto a caso

Calendario di Fotomodelli -
Le top model in passerella a Milano con la celebre lingerie -
La rivisitazione delle Lune di Pompei -
GUINNESS DAL MONDO -
“Se venite nudi spesa gratis fino a 250 euro”: La pazza idea di un supermarket
Gli artisti usano le bugie per dire la verità mentre i politici per coprire la verità
Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori
Solo quando il passato non può più ferirti, diventa davvero passato. Giuseppe
È importante aggiungere più vita agli anni, non più anni alla vita
NAPOLI: STORIA PER IMMAGINI DEL CAPOLUOGO PARTENOPEO

20/1/2020 9:30:00 - Stili di vita - La Mitomania - 20/1/2020 9:20:00 - Salute e Benessere - Virus significa "farmaco" e "veleno" - 20/1/2020 9:10:00 - News - La candeggina disinfetta, come e perchè si usa - 20/1/2020 9:00:00 - Stili di vita - Calli e duroni su piedi e mani: sintomi, prevenzione e cura - 20/1/2020 8:50:00 - News - Biografia di Giovanni Falcone - Contro la mafia -
Stili di vita : I genitali maschili - I genitali femminili
Inviato da Mary Petrella il 7/9/2019 7:00:00 (2106 letture)

gifcadenteSimbolo di forza e potenza nell’Antichità, i genitali maschili sono ancora oggi sinonimo di virilità per l’uomo. Più esposto rispetto al suo omologo femminile, il sesso dell’uomo viene spesso ridotto al solo pene. Crediamo di sapere tutto di lui, ma non è cosi’... Piccola lezione di anatomia.




ZoneeroOrgani visibili dall’esterno

Contrariamente agli organi sessuali femminili, gli organi sessuali maschili si trovano all’esterno del corpo. Sono formati dal pene, da due testicoli, contenuti in un involucro chiamato scroto, e da delle ghiandole, situate all’interno del corpo. Il pene è composto da una base, che lo collega al resto del corpo all’altezza del perineo, da un corpo cilindrico (l'asta del pene) e da una testa, chiamata glande. Il corpo del pene è attraversato dall’uretra, attraverso la quale passa l’urina, ma anche lo sperma. L’estremità del pene, e cioè il glande, è ricoperta da una pelle mobile, chiamata prepuzio, collegata al glande da una membrana: il frenulo. Durante l’erezione, questa pelle si ritrae, lasciando scoperto il glande.





Un’unica missione: produrre per riprodursi


Concepiti allo scopo di consentire la riproduzione, i genitali maschili producono gli spermatozoi, che possono fecondare l’ovulo durante il rapporto sessuale. Gli spermatozoi sono fabbricati e conservati nei testicoli. Vengono trasportati dallo sperma, prodotto dalla prostata, una piccola ghiandola situata sotto la vescica, e dalle vescicole seminali. I vari elementi si mescolano all’altezza della prostata e vengono espulsi dal pene al momento dell’eiaculazione. Gli organi sessuali maschili producono gli spermatozoi ininterrottamente, sin dall’adolescenza. Non esiste una menopausa maschile, quindi in teoria gli uomini possono continuare a riprodursi per tutta la vita. Ciononostante, con l’età, il numero di spermatozoi presenti nello sperma diminuisce considerevolmente, e la prostata puo’ funzionare meno bene.





Il pene, simbolo di virilità


Il pene è, per l’uomo, molto più di un semplice organo: è un simbolo di virilità, di potenza sessuale e di piacere. Esso riveste ai suoi occhi una dimensione particolare e diventa rapidamente oggetto di tutte le attenzioni.



Le misure, fonte di orgoglio e paura


Sin dall’adolescenza, il pene viene valutato, misurato, paragonato... Motivo di orgoglio, puo’ diventare fonte di complessi, se considerato troppo piccolo dal suo proprietario. La dimensione non ha nessuna influenza, pero’ sulla qualità dell’atto sessuale in sé. La vagina, infatti, è un organo elastico, che si adatta alla forma, e quindi alla dimensione del pene, durante la penetrazione. Inoltre, solo la parte iniziale del sesso femminile, vicina all’ingresso, è sensibile agli stimoli. Il pene misura in media 7-10 cm a riposo, e 13-18 cm in erezione. E anche se la maggior parte delle donne non lega il piacere durante l’atto sessuale alle dimensioni del pene, un pene piccolo puo’ provocare, nell’uomo, una mancanza di fiducia in se stesso.



Un organo erettile


Il pene è l’organo caratteristico dell’uomo. Molle a riposo, cambia aspetto durante l’eccitazione. Quando l’uomo è eccitato sessualmente, la quantità di sangue nel membro aumenta. I corpi cavernosi che lo compongono si riempiono di sangue e il volume del pene aumenta. Diventa più rosso, si indurisce e si solleva: è il fenomeno dell’erezione. L’uomo puo’ quindi far scivolare il pene nella vagina della partner. Le contrazioni muscolari provocate dall’atto sessuale porteranno all’eiaculazione. Lo sperma verrà quindi espulso dal pene. Una volta che l’eccitazione diminuisce, il pene torna alla forma e alla dimensione di partenza.



Un organo sensibile


I genitali maschili sono estremamente sensibili. Data la loro fragilità, reagiscono male ai cambiamenti di temperatura. E’ il motivo per il quale gli spermatozoi sono conservati nello scroto, all’esterno del corpo. La temperatura dei testicoli è quindi più bassa (circa 33°), il che permette di conservarli meglio.



Un organo per il piacere


Gli organi sessuali maschili sono estremamente sensibili agli stimoli. Molto ricettivi agli organi meccanici provocati dall’atto sessuale, sono fonte di grande piacere, per l’uomo. La parte più sensibile del pene è il glande, perché la maggior parte delle terminazioni nervose si situa all’altezza del frenulo.





Degli organi sensibili alle infezioni


Come la maggior parte degli organi del corpo umano, i genitali sono esposti ai virus e alle infezioni. Possono quindi infettarsi se l’igiene è scarsa, ma anche durante un rapporto sessuale. Alcuni virus si trasmettono sessualmente e sono estremamente contagiosi: sono le infezioni chiamata MST (Malattie Trasmesse Sessualmente o Malattie veneree). Possono essere più o meno gravi, e si possono evitare grazie a metodi di prevenzione efficaci come il preservativo.




 





Demonizzati, oggetti del peccato o del desiderio, i genitali femminili sono stati a lungo un tabù. Forse hanno smesso di esserlo, ma hanno perso davvero il loro alone di mistero? Vediamo come sono fatti.



Quello che si può vedere…





A differenza degli organi sessuali maschili, quelli femminili si trovano per lo più all’interno del corpo.




- La parte esterna e visibile, chiamata spesso con termini poetici o figurati, raggruppa le mucose e si chiama vulva.




- Prima di tutto si può distinguere il pube, ed è il cuscinetto di carne che ricopre le ossa del bacino.




- Ci sono poi le grandi labbra e le piccole labbra, che possono essere più o meno visibili, a seconda della loro forma. Aprendole leggermente, scoprirai, nella zona detta vestibolare, l’orifizio dell’uretra (da dove fuoriesce l’urina) e, un po’ più indietro, l’ingresso della vagina.




- Le piccole labbra si ricongiungono alla base, formando un cappuccio che protegge il clitoride. Quest’ultimo ha la forma di una gemma e la capacità di subire un’erezione. Estremamente ricco di terminazioni nervose, il clitoride è la principale fonte di piacere per la donna.



… e quello che non si vede



 




E’ all’interno del corpo femminile che si trovano i genitali destinati alle funzioni riproduttive.




- Le ovaie si trovano sui due lati del basso ventre e racchiudono gli ovuli.




- Le trombe di Falloppio partono dalle ovaie per raggiungere l’utero.




- L’utero è destinato ad accogliere l’eventuale embrione. Per influenza degli ormoni emessi dalle ovaie, la sua parete interna si modifica, preparandosi così a ricevere l’ovulo fecondato.




- La vagina, a forma d’imbuto, è molto ricca di vasi sanguigni. Profonda circa 8 cm, è particolarmente elastica, ciò che permette all’uomo di poterci infilare il pene durante i rapporti sessuali, ma anche al bebé di poter uscire durante il parto. All’ingresso della vagina si trova una piccola membrana, più o meno spessa: l’imene. Questa ha una piccola perforazione al centro che permette al sangue delle mestruazioni di fluire ed è presente nelle ragazze ancora vergini. E’ durante il primo rapporto sessuale che, solitamente, questa membrana si rompe (ciò che può provocare un leggero sanguinamento), ma si può anche rompere praticando degli sport come la danza o la ginnastica.



Organi sensibili al piacere




I genitali femminili reagiscono alla stimolazione e sono una fonte di piacere. Alcune di queste parti subiranno allora delle trasformazioni temporanee. Durante l’eccitazione, il volume delle piccole labbra crescerà, aumenterà l’afflusso di sangue nelle piccole labbra, che diventeranno più grandi e rosse. Una volta stimolato, anche il clitoride si gonfierà e uscirà dal suo cappuccio. All’interno, la vagina sarà molto più irrigata e produrrà delle secrezioni destinate a facilitare la penetrazione. Durante l’orgasmo, i suoi muscoli si contrarranno. Una volta passata l’eccitazione, gli organi riprenderanno forma e dimensioni normali.



I cicli




Il funzionamento degli organi sessuali femminili segue un ciclo ben definito che si ripete ogni 28 giorni. Durante la prima fase, che dura dai 12 ai 14 giorni, le ovaie producono gli ormoni necessari a far maturare un ovulo. Durante questo periodo, l’utero si prepara a ricevere l’arrivo di un eventuale embrione (cioè un ovulo fecondato da uno spermatozoo). Al termine di questa maturazione, l’ovulo è espulso in una delle trombe di Falloppio: è iniziata l’ovulazione. L’ovulo vive pochi giorni, e solo in quella fase potrà essere fecondato da uno spermatozoo. In questo caso, scivolerà verso l’utero, per poi svilupparsi, dando vita ad un feto. In caso contrario, muore, e la parete interna dell’utero si sfalda progressivamente. Il sangue che la compone esce attraverso la vagina, provocando le mestruazioni, e le ovaie si rimetteranno a produrre gli ormoni per creare un nuovo ovulo.



L’orologio biologico




Una donna più concepire bambini solo durante un determinato periodo della sua vita, poiché possiede un numero limitato di ovuli fecondabili. Questa quantità è definita al momento della nascita. Quando questa “riserva” finisce, le ovaie smettono rapidamente di produrre ormoni, e quindi di funzionare. Si tratta della menopausa, cioè la fine definitiva della fecondità femminile. Esistono dei trattamenti per compensare i disturbi legati a questa fase, ma nessuno è capace di rimettere in moto il meccanismo. Comunque, questo non significa che una donna non possa più avere rapporti sessuali.



Organi sensibili ad infezioni e malattie




Proprio come gli altri organi del corpo umano, anche i genitali possono essere contagiati da germi o infettati da virus. Alcuni di questi sono benigni (micosi, infezioni urinarie) e possono essere curati con gli antibiotici, altri sono più gravi. Altri, addirittura, sono incurabili, come l’AIDS per esempio. Ma tutti sono contagiosi ed è quindi importante stare in guardia. Una buona igiene personale (acqua e detergenti intimi privi di sapone) permettono di prevenire certe infezioni, ma non sono sufficienti contro le malattie sessualmente trasmissibili. E’ quindi raccomandato usare dei mezzi di protezione efficaci, poiché gli organi sessuali per funzionare bene devono essere sani, garantendo così una vita sessuale soddisfacente.




vagina


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 




Altre news
20/1/2020 9:30:00 - La Mitomania
20/1/2020 9:20:00 - Virus significa "farmaco" e "veleno"
20/1/2020 9:10:00 - La candeggina disinfetta, come e perchè si usa
20/1/2020 9:00:00 - Calli e duroni su piedi e mani: sintomi, prevenzione e cura
20/1/2020 8:50:00 - Eliminare occhiaie e borse sotto gli occhi: cause e rimedi
20/1/2020 8:50:00 - CEFALEA (MAL DI TESTA)
20/1/2020 8:50:00 - Biografia di Giovanni Falcone - Contro la mafia
20/1/2020 8:40:00 - Salute: barrette cereali snack sano? - Per avere più energia arriva la caffeina spray - Tatuaggi, è boom tra giovani ma aumenta popolo dei pentiti
20/1/2020 8:30:00 - Uccide la moglie a cornate. Ancora ignoti i motivi del folle gesto
20/1/2020 8:20:00 - I cibi del buon umore, dal cioccolato al te'
20/1/2020 8:10:00 - Costipati e scontenti: Come tornare leggeri - Stipsi e stili di vita: qual è l'errore fondamentale da evitare - I purganti creano dipendenza?
20/1/2020 8:00:00 - Mangiare fragole fa bene, merito dell’agrimoniin - Colesterolo cattivo, mangiare nocciole fa bene
20/1/2020 7:50:00 - La domanda è una di quelle da un milione di dollari: può una coppia continuare ad alimentare il fuoco del desiderio, anno dopo anno, senza fare spegnere la fiamma?
20/1/2020 7:50:00 - Sophia Loren la madre di tutte le dive
20/1/2020 7:40:00 - Gli adolescenti pratiche di gruppo
20/1/2020 7:30:00 - Torna la minigonna, donna al potere con la forza delle gambe
20/1/2020 7:30:00 - CORPO, IL TEMPIO DEL PIACERE - LA PASSIONE È EROS? IL CERVELLO È IL NOSTRO PIÙ IMPORTANTE AFRODISIACO!
20/1/2020 7:30:00 - Il sesso anale: tutto quel che dovete sapere
20/1/2020 7:10:00 - ORGASMO FEMMINILE
20/1/2020 7:10:00 - Orgia In senso storico, nome di cerimonie rituali, particolarmente quelle del culto dionisiaco
20/1/2020 7:00:00 - Il sesso orale
19/1/2020 8:40:00 - La Netiquette, derivata dalla sincrasi del vocabolo inglese net-rete e quello di lingua francese étiquette, buona-educazione
18/1/2020 9:40:00 - Prevenzione a tavola - Non solo ipertensione: il sale fa male a tutti gli organi
18/1/2020 9:20:00 - Dormire, cibo e corsa mettono il turbo al cervello
18/1/2020 9:10:00 - Le proprietà delle noci - La quota lipidica della frutta secca, di tipo oleoso, è ricca di grassi insaturi preziosi per il nostro organismo



Segnala questa news

                   

Rubriche

Chiamaci su Skype

Social Networks

Messaggi dal Guestbook

  • 20/11/2008  Sono Miriam di Milano  Sono Miriam di Milano vorrei dirvi ...
  • 7/9/2008  Luisa Casalnuovo (NA) - Italia -  Ho letto le vostre rubriche eccezionali e o visto le foto sui tifosi belle
  • 7/9/2008  Luisa Volla (NA) - Italia  Coplimenti un ottimo sito non è caotico ed è molto chiaro
  • 23/8/2008  Kya  X Angela
  • 16/8/2008  Jonny  Divertente
  • 15/8/2008  Sara - Napoli  Sotto Voce è molto interessante -
  • 13/8/2008  Sara  Salve leggo spesso con le mie amiche i vostri messaggi nella rubrica sotto voce
  • 13/8/2008  Celeste - Napoli -  Per Angela di Napoli
  • 13/8/2008  Popetta  Per Angela
  • 13/8/2008  Mary Bon  Ad Angela di Napoli


  • Visita

News più lette

Un articolo a caso

La frittata è un piatto che non rientra nei testi di alta gastronomia; può essere però il miglior modo di gustare le uova, un alimento troppo spesso demonizzato (presenza di colesterolo e di grassi). In realtà il giusto consumo di uova (2-4 alla settimana) dovrebbe essere compreso in ogni alimentazione sana ed equilibrata, ricordando che un alto valore di colesterolo dipende solo marginalmente (un 20%) dalla quantità introdotta con gli alimenti e che il valore delle proteine contenute nell'albume è molto elevato.

News a caso

Articoli dalle Rubriche

Ultimi video inseriti

Video a caso