Menu principale

Categorie news

Contatore visite OGGI

Utenti online

22 utente(i) online
(3 utente(i) in News)

Login

Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Foto recenti

Meteo in Italia

La situazione:
Scegli la Provincia

Cerca nel Sito

Foto recenti

Foto a caso

Calendario delle Casalinghe -
Liz Taylor a Los Angeles -
Lira del periodo bellico alla sua fine 28.02.2002 -
Bodybuilder competono a Bangkok, in Thailandia, per i campionati mondiali -
NARCISISTA: Colui che ha difficoltà ad amare
Le donne, quando non amano, hanno tutto il sangue freddo di un vecchio avvocato
Ogni Uomo Semplice - Musical Agnone (IS)
Non esiste una sola bella donna che possa soddisfare tutti i desideri che ispira
Il più abile e perverso uomo al mondo non può raggiungere la perversione di una donna
25 aprile 1945, le immagini simbolo della Liberazione
Salute e Benessere : Orgasmo
Inviato da Adriana Addy il 13/2/2018 6:50:00 (1010 letture)

gif56Il termine orgasmo (dal greco ὀργασμός, derivato di ὀργάω, "essere pieno d'ardore, di voglia ardente") indica il complesso evento psicofisiologico, di breve durata, che costituisce l'acme dell'eccitamento sessuale ed è accompagnato da un particolare stato di coscienza, intensamente piacevole. Raggiunto in seguito a stimolazioni sia somatiche sia psicologiche, l'orgasmo appare caratterizzato da una serie di azioni neuromuscolari non controllate dalla volontà, le quali culminano per l'uomo nell'eiaculazione e per la donna in contrazioni perivaginali e in altri fenomeni motori e secretori riflessi, determinando la risoluzione dellae tensioni sessuali. 1. Esperienza orgasmica. 2. Anorgasmia. 




1. 
Esperienza orgasmica

 gif5
Il piacere che accompagna l'orgasmo è molto variabile e può andare da una modestissima stimolazione, con perfetto mantenimento del controllo di sé e di tutte le attività mentali, a un'estasi così totalizzante che la persona può arrivare momentaneamente a perdere conoscenza. Un dato costante, in questo 'alterato stato di coscienza', è la distorta percezione del trascorrere del tempo; un secondo aspetto è la riduzione della percezione del dolore, come se il cervello, inondato di sensazioni piacevoli, andasse incontro a una sorta di analgesia centrale. Non si può inoltre escludere che l'umore sereno, spesso presente nelle persone sessualmente appagate e pluriorgasmiche, sia dovuto proprio al benefico effetto dell'orgasmo sul sistema nervoso centrale. 




La percezione orgasmica può essere accesa sia da stimoli provenienti dai genitali, che attivano poi il sistema nervoso centrale, sia da stimoli centrali (fantasie, stimoli visivi, uditivi, onirici ecc.) che dal cervello inducono, attraverso il midollo spinale, le tipiche contrazioni a livello dei genitali. In termini neurofisiologici, l'orgasmo femminile può essere considerato un riflesso sensomotorio. Quando gli stimoli erotici raggiungono un determinato livello, se non intervengono fattori inibitori, come l'ansia, la paura, i sentimenti di inadeguatezza, la donna avverte un piacere molto intenso, che segna l'acme della componente sensoriale. Dopo un attimo di sospensione, scatta la componente motoria: iniziano infatti le contrazioni ritmiche e involontarie (di norma da 3 a 8, raramente fino a 15) del muscolo pubococcigeo che circonda la vagina. Esse sono usualmente accompagnate da movimenti del corpo e da segnali neurovegetativi, quali accelerazione del respiro, del battito cardiaco, e vasodilatazione. Tuttavia, alcune donne riescono a percepire l'orgasmo senza alcuna contrazione muscolare associata (cosiddetti orgasmi mentali). A livello fisico, la stimolazione clitoridea rappresenta senz'altro l'attivatore (trigger) dell'orgasmo più rapido, anche se molti fattori psicologici e ambientali possono inibirne il raggiungimento, pur temporaneamente. Essa può essere diretta, indiretta, diurna o notturna, per l'attivazione dei nuclei orgasmici centrali da parte dei sogni. Il risultato comune è la reazione di migliaia di fibre nervose sensibilissime, da cui dipende poi una serie di effetti vascolari e neuroendocrini che contribuiscono alla formazione della cosiddetta piattaforma orgasmica (Masters-Johnson-Kolodny 1994), consistente nella ricca congestione sanguigna genitale che rappresenta la base fisica della percezione del piacere genitale: più profonda è questa congestione, maggiori sono l'intensità dell'orgasmo e la probabilità di orgasmi multipli, ripetuti e ugualmente molto forti. 

La stimolazione della zona dell'areola mammaria costituisce un altro attivatore dell'orgasmo, più raro. Presente talvolta anche nelle donne che allattano, questo tipo di trigger viene utilizzato nella riabilitazione delle donne paraplegiche in conseguenza di una lesione midollare che, tra l'altro, impedisce l'orgasmo fisico. La stimolazione anale, meno frequente, attiva comunque il muscolo pubococcigeo. 

La stimolazione vaginale, infine, viene qui analizzata per ultima non perché meno importante, ma perché vi sono ancora molti lati oscuri riguardo al 'che cosa' scateni veramente l'orgasmo vaginale. Le aree più reattive nel dare l'avvio al riflesso orgasmico durante la penetrazione sono: 1) il punto G, scoperto da E. Grafenberg, sulla parete vaginale anteriore, circa 3 cm all'interno; 2) l'area periuretrale, il cosiddetto glande femminile, equivalente a quello maschile, sensibilissimo; 3) l'introito vaginale, purché il muscolo pubococcigeo sia tonico e attivo; 4) le strutture vaginali profonde, probabilmente per la stimolazione di legamenti e delle strutture nervose delle parti più interne del pavimento pelvico, cioè dell'insieme di muscoli, vasi, nervi e connettivi che sostiene e chiude in basso il bacino. La presenza di attivatori orgasmici a livello mentale rende plausibile la domanda se sia possibile l'orgasmo in assenza di stimolazione genitale. 

Sei diverse modalità di scatenamento, senza alcuno stimolo genitale diretto, sembrerebbero dimostrare la legittimità di tale ipotesi. La stimolazione onirica innesca i centri cerebrali responsabili dell'orgasmo, situati nel talamo: è noto che il sonno con sogni attiva una minierezione clitoridea e una congestione vaginale, 3-4 volte per notte, sincrone appunto alla fase di sogno; questa condizione, mentale e fisica, di cui spesso la donna non è neppure consapevole, crea uno stato vascolare e biochimico per cui, talvolta, sogni erotici o associazioni particolari possono far scattare orgasmi notturni (equivalenti, come significato, ai cosiddetti sogni bagnati dei maschi, in cui l'orgasmo si accompagna alle prime emissioni di sperma, dette polluzioni). 

La stimolazione mentale cosciente con sole fantasie erotiche è presente in donne dall'eros molto vivace e trasgressivo e con una grande capacità di concentrazione mentale, che mette in moto i centri orgasmici superiori (cerebrali) attraverso un massiccio reclutamento di altre aree associative; può essere facilitata da un forte innamoramento. Una funzione di attivazione orgasmica può essere anche ascritta alla stimolazione mentale mediante ipnosi e alla stimolazione mnesica, che provoca 'orgasmi fantasma', così chiamati da J. Money (1960) che li notò nei paraplegici, in cui comparivano di notte. Tali orgasmi tendono a scomparire con il tempo: ciò dimostra che, in assenza di una stimolazione genitale in grado di mantenere attivi questi centri, diventa sempre più difficile ottenere un orgasmo. Vanno infine ricordate la stimolazione con elettrodi di specifiche aree cerebrali e la stimolazione olfattiva, sensuale ed emotiva in donne infibulate, le quali nella pubertà hanno subito l'escissione del clitoride e la cucitura delle labbra: nonostante la gravissima mutilazione, molte di esse dicono di sentire ugualmente l'orgasmo, evidentemente mentale. In altri termini, la massima esperienza di piacere raggiungibile dalla donna può essere accesa in modi molto diversi. L'intensità del desiderio sessuale, la plasticità mentale e fisica che consente di variare e vicariare la sorgente della stimolazione erotica, la capacità di attivazione erotica (arousal) mentale, periferica non genitale e genitale, la qualità della stimolazione fisica e dei giochi erotici, il livello di innamoramento e coinvolgimento affettivo rappresentano i fattori principe che modulano la percezione del piacere sessuale fino all'orgasmo. 


2. Anorgasmia 


Viene definita con questo termine la mancanza di orgasmo. L'anorgasmia può essere: assoluta, quando il soggetto non ha mai sperimentato un orgasmo, neppure durante il sonno con sogni, nel momento in cui le inibizioni sono al minimo; relativa, quando è limitata, per es., al coito (cosiddetta anorgasmia coitale); selettiva, quando è circoscritta a un/una partner; primaria, se si manifesta da sempre; secondaria, quando il blocco orgasmico compare dopo un periodo di normale attività sessuale. Le cause di anorgasmia sono molteplici e spesso associate tra loro. Tra quelle psicosessuali vanno incluse: inibizione sessuale generale (un tempo detta frigidità); carente desiderio sessuale; inadeguata eccitazione, mentale, periferica non genitale e genitale; insufficiente stimolazione fisica sessuale, specie per quanto riguarda la durata del coito. Un partner affetto da eiaculazione precoce può non consentire la durata minima di stimolazione vaginale sufficiente per far scattare l'orgasmo coitale. Sono importanti, per molte donne, anche il grado di coinvolgimento affettivo, di innamoramento e di amore, avvertiti talora come condizioni necessarie per l'abbandono erotico fino all'orgasmo. 




Ansia, depressione, stress cronico, insonnia, paralizzando il desiderio e l'eccitazione, possono altresì minare la capacità orgasmica. Dal punto di vista fisico, possono assumere carattere inibitorio malattie fisiche e psichiche, con meccanismo diretto e indiretto. Per frequenza, va citata la mancanza di estrogeni e androgeni, che in molteplici modi favoriscono e, se assenti, inibiscono il riflesso orgasmico a livello sia cerebrale, sia periferico-genitale. Tra i fattori locali, va ricordata la lacerazione del muscolo pubococcigeo durante il parto, a causa di un'assistenza ostetrica inadeguata, oppure in caso di bambini macrosomi, ossia di peso molto superiore alla media, o nati con presentazioni patologiche, o, ancora, in seguito all'applicazione di forcipe oppure di ventosa ostetrica. La lesione del muscolo mina la componente muscolare del riflesso orgasmico, e può essere responsabile sia della ridotta sensibilità vaginale, sia dell'anorgasmia coitale che molte donne lamentano dopo il parto. Può essere migliorata grazie agli esercizi di A.H. Kegel, ormai classici nella riabilitazione del muscolo pubococcigeo e delle strutture del pavimento pelvico. Questi esercizi, che consistono in contrazioni volontarie dei muscoli che circondano la vagina, sono comunque utili anche per le donne che non abbiano mai avuto figli, per aumentare la consapevolezza e la capacità di ascolto delle sensazioni erotiche. 





Orgasmo: Complesso evento psicofisiologico, di breve durata, che costituisce l’acme dell’eccitamento sessuale ed è accompagnato da un particolare stato di coscienza, intensamente piacevole: raggiunto in seguito a stimolazioni erotiche sia somatiche sia psicologiche, è caratterizzato da una serie di azioni neuromuscolari non controllate dalla volontà, che culminano per l’uomo nell’eiaculazione e per la donna in contrazioni perivaginali e altri fenomeni motori e secretori riflessi, determinando la risoluzione delle tensioni sessuali; con riferimento alla sessualità femminile, si distinguono un o. vaginale e un o. clitorideo (a seconda dell’area erogena più specificamente stimolata o a più spiccata eccitabilità).




Secretiva, crisi: L’emissione di secreti dalle ghiandole di Bartolino che si produce durante l’orgasmo sessuale della donna in seguito a contrazioni ritmiche delle fibre muscolari perighiandolari; corrisponde all’eiaculazione dell’uomo, da cui differisce per la mancanza degli elementi germinali nel liquido emesso.






Eiaculazione: Emissione dello sperma dall’uretra peniena: avviene sotto l’impulso delle contrazioni ritmiche dei muscoli bulbo- e ischio-cavernosi, nella fase di orgasmo sessuale. E. precoce Disturbo del rapporto sessuale consistente nella intempestiva emissione dello sperma durante l’atto sessuale o ancor prima del congiungimento.







 





Altre news
23/5/2018 9:20:00 - L’AGLIO, UN ANTIBIOTICO NATURALE IN CUCINA
23/5/2018 9:10:00 - LE LEGGI FONDAMENTALI DELLA STUPIDITA’ UMANA
23/5/2018 9:00:00 - Glicemia: così la mandi via
23/5/2018 8:50:00 - IN BREVE: Aids: in Italia un contagio ogni tre ore - Tumori: polmone, tra donne +2% anno - Cervello: corrente ripara danni da ictus
23/5/2018 8:50:00 - Come ci si deve comportare con fibre e sali minerali?
23/5/2018 8:40:00 - Ridere protegge cuore come sport e farmaci - Ma risata sia piena e almeno per 15 minuti al giorno
23/5/2018 8:40:00 - DIETA PER DIABETICI » COME SI PUÒ CURARE IL DIABETE?
23/5/2018 8:30:00 - Amore - Disturbi e patologie amorose - L'amore è un sentimento intenso e profondo di affetto
23/5/2018 8:30:00 - Disturbo post-traumatico da stress
23/5/2018 8:30:00 - Succo di barbabietola: berne un bicchiere al giorno abbassa la pressione
23/5/2018 8:20:00 - COMPOSTO ESCOLZIA: Passiflora, escolzia, melissa, luppolo, iperico, valeriana
23/5/2018 8:10:00 - PORRI E PEDUNCOLI SUL COLLO? ECCO IL METODO TUTTO NATURALE PER RIMUOVERLI DA SOLI
23/5/2018 8:00:00 - Eutanasia pro e contro - COSA SUCCEDE ALL’ESTERO - LA POSIZIONE CATTOLICA
23/5/2018 7:40:00 - Germi in palestra? Ecco come difendersi
23/5/2018 7:30:00 - Una taglia in meno, subito! O no? - L' intimo è giusto?
23/5/2018 7:30:00 - I misteri della libido femminile - Il sesso è meglio da giovani o da adulte?
23/5/2018 7:30:00 - Priscilla Salerno hard - Celebrità Hard
23/5/2018 7:20:00 - Francesca Cipriani - Calendario 2015
23/5/2018 7:10:00 - Piacere e appagamento, ecco le virtù della masturbazione femminile. Senso di colpa, vergogna? Scopri come fare l’amore la prima volta
23/5/2018 7:10:00 - Laetitia Casta hard
23/5/2018 7:00:00 - Debora Caprioglio foto e video
21/5/2018 9:40:00 - DIETA PER DIABETICI » L’ATTIVITÀ SPORTIVA PER LA PREVENZIONE
21/5/2018 9:30:00 - DIETA PER DIABETICI » LE PROTEINE E IL DIABETE: IN CHE RAPPORTO?
21/5/2018 9:20:00 - DIETA PER DIABETICI » LA ANNOSA QUESTIONE DELLE BANANE
21/5/2018 9:10:00 - La fragola ok per i diabetici



Segnala questa news

                   

Rubriche

Chiamaci su Skype

Social Networks

Messaggi dal Guestbook

  • 20/11/2008  Sono Miriam di Milano  Sono Miriam di Milano vorrei dirvi ...
  • 7/9/2008  Luisa Casalnuovo (NA) - Italia -  Ho letto le vostre rubriche eccezionali e o visto le foto sui tifosi belle
  • 7/9/2008  Luisa Volla (NA) - Italia  Coplimenti un ottimo sito non è caotico ed è molto chiaro
  • 23/8/2008  Kya  X Angela
  • 16/8/2008  Jonny  Divertente
  • 15/8/2008  Sara - Napoli  Sotto Voce è molto interessante -
  • 13/8/2008  Sara  Salve leggo spesso con le mie amiche i vostri messaggi nella rubrica sotto voce
  • 13/8/2008  Celeste - Napoli -  Per Angela di Napoli
  • 13/8/2008  Popetta  Per Angela
  • 13/8/2008  Mary Bon  Ad Angela di Napoli


  • Visita

News più lette

Un articolo a caso

L’artrite è una malattia autoimmune che si manifesta con infiammazione e dolore alle articolazioni.

News a caso

Articoli dalle Rubriche

Ultimi video inseriti

Video a caso

Guerrino: Sformato Di Verza C...
(Sat, 16-Aug-2008)
Guerrino: Sformato Di Verza C...
Michael Jackson - Smooth Crim...
(Sun, 09-Oct-2011)
Michael Jackson - Smooth Crim...
DON'T CRY FOR ME ARGENTINA - ...
(Tue, 13-Oct-2015)
DON'T CRY FOR ME ARGENTINA - ...
Allevamento scimmia les anima...
(Thu, 26-Feb-2009)
Allevamento scimmia les anima...
Milly d'Abbraccio l'amante de...
(Wed, 28-May-2014)
Milly d'Abbraccio l'amante de...
Bobby Solo -That's Amore
(Thu, 05-May-2011)
Bobby Solo -That's Amore
Bottino Di Guerra - Marina Li...
(Fri, 15-Jul-2011)
Bottino Di Guerra - Marina Li...
Febbraio 2008: Reggina - Toro...
(Thu, 03-Jul-2008)
Febbraio 2008: Reggina - Toro...
MADE IN SUD - Enzo e Sal
(Sun, 18-Jan-2009)
MADE IN SUD - Enzo e Sal
Simm'e napule paisà
(Fri, 02-Oct-2015)
Simm'e napule paisà