Menu principale

Categorie news

Contatore visite OGGI

Utenti online

13 utente(i) online
(2 utente(i) in News)

Login

Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Foto recenti

Meteo in Italia

La situazione:
Scegli la Provincia

Cerca nel Sito

Foto recenti

Foto a caso

Alena Seredova - Calendario 2011 -
Nicole Kidman al British Academy - Il fascino dell'età
CARFAGNA, DA MISS A MINISTRA -
La stupidità umana non ha confini - Tatuaggi, le ultime tendenze di scena a Rotterdam
Castel dell' Ovo - Napoli
Elle Macpherson The Body per sempre, da bambina a mamma
Il disprezzo è la più politica delle vendette
Il ricordo della felicità non è più felicità; il ricordo del dolore è ancora dolore
NAPOLI: STORIA PER IMMAGINI DEL CAPOLUOGO PARTENOPEO
Gesù è venuto al mondo per abbattere i muri tra i popoli, non per vendere CAMPANE E CAMPANELLE

21/6/2018 8:00:00 - Salute e Benessere - FAVE: 10 MOTIVI PER MANGIARNE DI PIÙ - 15/6/2018 9:20:00 - Salute e Benessere - FICHI D'INDIA: LE STRAORDINARIE PROPRIETÀ, USI E CALORIE - 15/6/2018 8:40:00 - Problemi di coppia - IO PROPRIO NON TI CAPISCO! - Non sò più cosa fare! - Ti lamenti sempre! - 15/6/2018 8:30:00 - Salute e Benessere - Come Curare Velocemente un Mal di Gola - 15/6/2018 8:20:00 - Salute e Benessere - Ictus dal latino colpo - La cura dell'ictus cerebrale -
Stili di vita : Il rispetto per la persona come si insegna?
Inviato da Giuseppe Piccolo il 10/3/2018 8:30:00 (1213 letture)

gifpallaisCome può educare al rispetto della libertà di tutti, e perciò al rispetto della persona, una società, un soggetto collettivo che al contrario sembra tendere alla frantumazione del binomio libertà-uguaglianza? E come lo si può fare, quando gli strumenti d’informazione e i media nel loro complesso esprimono una cultura di soddisfazione dei propri interessi, valorizzando i privilegi ed offuscando al tempo stesso le sperequazioni, letteralmente eliminando o relegando ad orari inoffensivi le voci contrarie?



gifmaniInsomma, perché una società possa educare al rispetto della libertà di tutti è necessario che abbia tra i suoi punti di riferimento (si potrebbe dire tra i suoi valori, se la parola non fosse suscettibile di mascherare aspetti fideistici) il sentimento, il senso della positività della libertà di tutti. Il che non è, o sembra, attendibilmente, non essere.






È l’obiezione che si sente provenire spesso, nelle occasioni informali, da chi è delegato all’insegnamento: come facciamo ad insegnare queste cose quando la televisione propone modelli opposti, le famiglie non sanno o non vogliono contrastarli? Quali strumenti abbiamo e – soprattutto – qual è la nostra credibilità se, per esempio, invitiamo al rispetto delle regole, quando l’esperienza mostra che questo il più delle volte danneggia piuttosto che avvantaggiare?






È un’obiezione paralizzante.






Nel circolo vizioso – così simile al dilemma sulla nascita dell’uovo e della gallina, che non ha impedito alle galline di moltiplicarsi all’inverosimile – si può evitare di cadere? Quel ragionamento apparentemente così logico non tiene conto, a mio parere, di qualche elemento essenziale.






Non credo si possa dubitare che il pensiero dominante tenda alla separazione del binomio libertà-uguaglianza, e tuttavia si tratta di una tendenza, per quanto fortemente marcata. Esistono pensieri, convinzioni, modi di sentire diversi.






Due vistosi atteggiamenti, inoltre, fanno il loro ingresso e in qualche misura falsificano il gioco: l’indifferenza e il conformismo.




La prima neutralizza una parte, spesso consistente, di chi altrimenti contribuirebbe alla formazione del pensiero collettivo, dei paesi, delle nazioni, delle società. L’indifferente non assume posizione, si tira fuori dal gioco, lascia che le cose siano, non partecipa (che vuol dire non prende parte, non dice dei sì e dei no, non risponde, rifiuta responsabilità). I motivi della sua scelta possono essere i più vari; spesso sono conseguenza della delusione, della difficoltà di far sentire la propria voce, della mancanza di un’adeguata rappresentanza, del senso di inadeguatezza commisurato alla complessità dei fenomeni. Il conformista non abdica, non sceglie di non scegliere, ma sceglie di accodarsi a chi ha già scelto, e amplifica, così facendo, la consistenza di quelle posizioni.




Indifferenza e conformismo falsificano il gioco perché fanno apparire prevalente, o addirittura dominante, una concezione del mondo che tale potrebbe non essere.




Se è così, possibilità per proporre la libertà-uguaglianza come modello a cui riferirsi ne esistono davvero: è necessario invitare, e convincere, indifferenti e conformisti ad uscire dallo stato di anestesia in cui si sono collocati e a partecipare.




Per verificare quale può essere il modo di farlo, sono necessari altri passi, dopo che insieme ci saremo chiariti ulteriormente le idee.




Da parte mia due soli piccoli accenni, che indicano in parte le mie opinioni.

Educare non è convincere, ma fornire gli strumenti perché si possa arrivare alle proprie convinzioni; con le parole si insegna, solo se queste sono coerenti con i gesti.



RISPETTO:






  • 1 Sentimento e comportamento informati alla consapevolezza dei diritti e dei meriti altrui, dell'importanza e del valore morale, culturale di qlco. SIN deferenza, riguardo: r. per, verso gli anziani; r. delle opinioni; r. della natura; meritare r.; godere del r. di tutti; (al pl.) formula di deferente saluto: i miei r. a Lei e alla Signora || persona di r., autorevole, importante | mancare di r., trattare con poco riguardo | con r. parlando, con tutto il r., formule di scusa che si premettono a espressioni ritenute poco decenti o poco garbate | di tutto r., che merita considerazione | urban. zona di r., di interesse artistico o paesaggistico nella quale le costruzioni sono vietate o sono soggette a particolari vincoli






  • 2 metr. Componimento poetico a carattere popolare in cui si rende omaggio alla donna; risale al tardo Medioevo ed è affine o coincidente con lo strambotto






  • 3 tip. foglio di r., nei libri, foglio interposto tra la copertina o il foglio di risguardo e il frontespizio






  • 4 Osservanza puntuale di una norma, adempimento scrupoloso di un obbligo: r. della legge; esigere il r. dell'orario






  • 5 Considerazione, attenzione per qlco. || r. umano, eccessiva soggezione nei confronti delle opinioni altrui






  • 6 non com. Punto di vista, aspetto sotto cui si presenta qlco. SIN riguardo: l'affare appare buono sotto ogni r. • loc. prep. rispetto a, in confronto a, in rapporto a sec. XIII





  • Rispettoso: Che prova o dimostra rispetto; deferente, ossequioso






  •  







    Altre news
    21/6/2018 8:00:00 - FAVE: 10 MOTIVI PER MANGIARNE DI PIÙ
    15/6/2018 9:20:00 - FICHI D'INDIA: LE STRAORDINARIE PROPRIETÀ, USI E CALORIE
    15/6/2018 8:40:00 - IO PROPRIO NON TI CAPISCO! - Non sò più cosa fare! - Ti lamenti sempre!
    15/6/2018 8:30:00 - Come Curare Velocemente un Mal di Gola
    15/6/2018 8:20:00 - Ictus dal latino colpo - La cura dell'ictus cerebrale
    15/6/2018 8:10:00 - Dieci cibi anti-glicemici per tornare in forma
    15/6/2018 8:00:00 - Stress: cause sintomi e cura
    15/6/2018 8:00:00 - Farro: proprieta', benefici e controindicazioni
    15/6/2018 7:50:00 - Cervello: Ci specchiamo negli altri
    15/6/2018 7:40:00 - Esiste una tradizione anche circa le posizioni in cui si fa l'amore
    15/6/2018 7:40:00 - Come si sceglie il dentista
    15/6/2018 7:30:00 - Il fumo della gestante manda in tilt la pressione del bebe'
    15/6/2018 7:20:00 - Anatomia e funzionalità del pene
    15/6/2018 7:10:00 - La Zia: Sono ragazzi che ancora oggi mi ringraziano, sono uomini maturi e sicuri di sé, dovresti vedere come le ragazze gli corrono dietro, grazie a me che li ho istruiti bene
    11/6/2018 8:50:00 - IL SISTEMA RESPIRATORIO
    11/6/2018 8:40:00 - LE PROPRIETÁ BENEFICHE DELLA BANANA
    11/6/2018 8:30:00 - Dimagrimento e frequenza cardiaca
    11/6/2018 8:20:00 - Sclerosi multipla
    11/6/2018 8:10:00 - Niccolò Machiavelli - Nato a Firenze nel 1469 - Muore il 21 Giugno del 1527
    11/6/2018 8:00:00 - Influenza e' pericolosa per il cuore, vaccino dimezza infarti - Tumori: migliorano servizi, risonanze in 9 centri su 10
    11/6/2018 7:50:00 - Fimosi e prepuzio
    11/6/2018 7:50:00 - Nigeria
    11/6/2018 7:40:00 - Ginnastica a casa, combattere le zone difficili: interno coscia
    11/6/2018 7:40:00 - Arrivano i robot camaleonte. Cambiano colore e si mimetizzano, ma sanno anche brillare al buio
    11/6/2018 7:30:00 - Virus - Attacco, penetrazione e replicazione dei virus - Infezioni del Pene e del Glande



    Segnala questa news

                       

    Rubriche

    Chiamaci su Skype

    Social Networks

    Messaggi dal Guestbook

    • 20/11/2008  Sono Miriam di Milano  Sono Miriam di Milano vorrei dirvi ...
    • 7/9/2008  Luisa Casalnuovo (NA) - Italia -  Ho letto le vostre rubriche eccezionali e o visto le foto sui tifosi belle
    • 7/9/2008  Luisa Volla (NA) - Italia  Coplimenti un ottimo sito non è caotico ed è molto chiaro
    • 23/8/2008  Kya  X Angela
    • 16/8/2008  Jonny  Divertente
    • 15/8/2008  Sara - Napoli  Sotto Voce è molto interessante -
    • 13/8/2008  Sara  Salve leggo spesso con le mie amiche i vostri messaggi nella rubrica sotto voce
    • 13/8/2008  Celeste - Napoli -  Per Angela di Napoli
    • 13/8/2008  Popetta  Per Angela
    • 13/8/2008  Mary Bon  Ad Angela di Napoli


    • Visita

    News più lette

    Un articolo a caso

    gifste50Il Natale è la festività cristiana che celebra la nascita di Gesù ("Natività"). Cade il 25 dicembre per le Chiese occidentali e Greco Ortodosse mentre cade il 7 gennaio nelle Chiese ortodosse slave e copte che adottano il calendario giuliano. Il termine deriva dal latino natalis, che significa "relativo alla nascita". Secondo il calendario liturgico è una solennità al di sopra dell'Ascensione e alla Pentecoste, ma inferiore alla Pasqua, la festività cristiana più importante. È comunque la festa più popolarmente sentita tra i cristiani e negli ultimi anni ha assunto anche un significato laico, legato allo scambio di regali, alla famiglia e a figure del folclore come Babbo Natale. Sono strettamente legate alla festività la tradizione del presepe, di origine medioevale, e l'addobbo dell'albero di Natale, diffusasi successivamente a partire dal Nord Europa. Il termine italiano "Natale" deriva dal latino cristiano Natāle(m), per ellissi di diem natālem Chiristi ("giorno di 'natale' di Cristo") a sua volta da latino natālis derivato da nātus ("nato"), quindi dal participio passato nāsci ("nascere"), risalente a *gnasi incoativo della radice verbale indoeuropea *gen-/*gnē ("generare", da cui anche il latino genĕre e gignĕre).

    News a caso

    Articoli dalle Rubriche

    Ultimi video inseriti

    Video a caso

    Ave Maria - Schubert - Arpa e...
    (Wed, 06-Jul-2016)
    Ave Maria - Schubert - Arpa e...
    Napoli...citta' meravigliosa
    (Sat, 19-Jul-2008)
    Napoli...citta' meravigliosa
    Chinese little boy dancing li...
    (Sun, 20-May-2012)
    Chinese little boy dancing li...
    Silvio telefona a Ballarò in ...
    (Mon, 07-Jul-2008)
    Silvio telefona a Ballarò in ...
    Candy Camera 2
    (Fri, 17-Jul-2009)
    Candy Camera 2
    Ennio Morricone - Giù la Test...
    (Mon, 24-Mar-2014)
    Ennio Morricone - Giù la Test...
    Una ragazza e il suo cane
    (Fri, 13-Jun-2014)
    Una ragazza e il suo cane
    Bernardo Provenzano - Dossier...
    (Sun, 17-Aug-2008)
    Bernardo Provenzano - Dossier...
    Incidenti stradali - crash - ...
    (Fri, 19-Sep-2008)
    Incidenti stradali - crash - ...
    Rita Pavone IL BALLO DEL MATT...
    (Thu, 03-Jul-2008)
    Rita Pavone IL BALLO DEL MATT...