Menu principale

Categorie news

Contatore visite OGGI

Utenti online

15 utente(i) online
(2 utente(i) in News)

Login

Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Foto recenti

Meteo in Italia

La situazione:
Scegli la Provincia

Cerca nel Sito

Foto recenti

Foto a caso

La cantante americana Lady Gaga ripresa a Sidney prima del concerto -
Champions, Napoli agli ottavi 2-0 al Villarreal
Pallone d'Oro, tripletta di Messi
Choc in campo a Pescara, muore Morosini nella Partita Pescara-Livorno
Foto belle da ricordare
I grandi amori vanno mitigati dai piccoli adulteri
La svolta porno soft del pop: da Jennifer Lopez a Rihanna
I briganti ti chiedono o la borsa o la vita; le donne tutt’e due
Tre cose mi fanno paura degli imbecilli: Possono votare, fare figli ed educare. Giuseppe
Non è la biologia a dominare il destino dell'uomo, ma il prodotto del suo cervello: la cultura
Nutrizione : Pere: Si trovano tutto l'anno poiché le diverse varietà maturano in periodi diversi. Di seguito descriviamo le varietà più diffuse
Inviato da Antonio Russo il 5/10/2018 8:30:00 (1424 letture)

PereL'albero delle pere ha radici molto profonde, alto fino a una ventina di metri, con foglie ovaleggianti e fiori riuniti a gruppi, che si sviluppano da gemme fruttifere portate all'estremità di rametti di 2-3 anni. Le pere assumono forma, grandezza, colore e sapore assai diversi a seconda delle cultivar: esistono oltre 5000 varietà di pere al mondo.



Il frutto era conosciuto e mangiato sin dall'età della Pietra. La progenitrice della pera moderna proviene dalle regioni sud-orientali dell'Europa e da quelle occidentali dell'Asia.   


Varietà delle pere




Le pere si trovano tutto l'anno poiché le diverse varietà maturano in periodi diversi. Di seguito descriviamo le varietà più diffuse.



William cultivar inglese
(detta anche Bartlett). E' la più importante per l'esportazione e per le utilizzazioni industriali. L'Emilia Romagna è la regione più produttiva (70%) mentre il Veneto rappresenta il 10% della produzione nazionale.

Una cultivar di derivazione della William è la Max Red Bartlett (detta anche William rossa). La polpa è biancastra, molto succosa, dolce-acidula, con aroma moscato caratteristico, fine, compatta. Oltre che per il consumo diretto, le pere William sono largamente utilizzate dall'industria per la preparazione di sciroppi e succhi. I frutti si raccolgono nella seconda decade di agosto e si conservato soddisfacentemente in regime di freddo per 3/4 mesi.



Passa Crassana. Cultivar francese della metà del 1800, fino a qualche tempo fa deteneva il primato produttivo. Il frutto è grosso, la buccia è verde, gialla alla maturazione, spesso alquanto rugginosa nella zona del peduncolo. La varietà rossa è color ruggine sulla qua



Pere


si totalità della buccia. La polpa è bianca, granulosa, di buon sapore. I frutti si raccolgono in ottobre e presentano un'ottima serbevolezza e resistenza.



Decana del Comizio. Cultivar francese, è diffusa soprattutto in Emilia Romagna (80%) e Veneto (12%). Il frutto è grosso, rugginoso, la buccia è giallo verde, liscia, cosparsa di numerose e piccole lenticelle. La polpa è bianca, fine, fondente, succosa, dolce-acidula e aromatica. I frutti sono delicati nella manipolazione ma ben serbevoli. Si raccolgono nella prima/seconda decade di settembre e possono essere conservati in frigorifero fino a dicembre/gennaio.



Conference. Cultivar inglese del secolo scorso. Ha cominciato a diffondersi in Italia intorno al 1950. Viene coltivata soprattutto in Emilia Romagna ed in Veneto, da cui provengono rispettivamente il 70% ed il 15% circa della produzione nazionale. Il frutto è di dimensioni medie, la buccia è verde-giallo bronzato (o rugginosa) con lenticelle marcate a maturità. La polpa è bianco giallastra, fondente, molto succosa, dolce e aromatica, poco acidula, di gusto molto gradevole. Le pere Conference, raccolte in uno stadio iniziale di maturazione (terza decade di agosto-primi di settembre) possono essere conservate in frigorifero fino a dicembre/gennaio.



Abate Fétel. Cultivar francese del secolo scorso. La sua produzione deriva prevalentemente dall'Emilia Romagna (80%) e dal Veneto (10%). Il frutto è grosso, la buccia è giallastra, soffusa di rosso all'insolazione. La polpa è bianca, fondente, molto succosa, zuccherina e aromatica. I frutti, molto resistenti e serbevoli, si raccolgono nella prima metà di settembre.



Imperatore Alessandro o Kaiser. Cultivar francese del secolo scorso. Le regioni in cui è maggiormente diffusa sono l'Emilia Romagna (60%) ed il Veneto (15%). Il frutto è grosso, la buccia è rugginosa su sottofondo giallo bronzeo e con numerose lenticelle evidenti. La polpa è bianco giallastra, consistente, appena granulosa, succosa, dolce-acidula, aromatica. I frutti si raccolgono nella seconda decade di settembre e presentano una certa serbevolezza fino a dicembre se conservati in frigorifero.

Qualità nutrizionali e conservazione delle pere




 Le pere si ammaccano facilmente, per cui è necessario maneggiarle con cura, è bene comprarle dure e portarle a maturazione a casa, durante il consumo. Le pere infatti si conservano molto bene in frigorifero e maturano meglio una volta raccolte.

Per accelerare il processo di maturazione basta mettere le pere in un sacchetto di carta marrone a temperatura ambiente: in un lasso di tempo dai 2 ai 5 giorni saranno pronte per essere mangiate.

Durante la maturazione le pere producono etilene, un gas naturale che è anche un ormone naturale per la maturazione: un sacchetto non chiuso mantiene l'etilene vicino alla frutta e aiuta la maturazione, inoltre non rischia di alterare altri alimenti (come le verdure a foglia) sensibili all'etilene.



I sacchetti di carta aiutano a prevenire l'avvizzimento perché trattengono l'umidità prodotta dalla frutta durante la maturazione. Anche i sacchetti di plastica servono ugualmente allo scopo, ma accelerano troppo il processo perché aumentano l'umidità in maniera consistente e di conseguenza possono causare marciume.



Le pere hanno poche calorie (30-35 kcal per 100 g), sono ricche di fibra insolubile e non sono particolarmente interessanti per il contenuto vitaminico. Contengono invece una discreta quantità di potassio.

Hanno un indice di sazietà piuttosto elevato e quindi sono indicate negli spuntini o per concludere un pasto poco saziante.



 


 



Altre news
16/10/2018 9:20:00 - Qualità nutrizionali delle castagne
16/10/2018 9:10:00 - Bibbia e Magia: Non praticate né la magia, né la divinazione
16/10/2018 9:00:00 - Indicazioni sul Disturbo Paranoide di Personalita'
16/10/2018 8:50:00 - Maniaci della bilancia? - La propria rinascita alimentare
16/10/2018 8:40:00 - Un 'pappagallo' si rivolge ad una bella signora in acqua: Signora, si tocca ? Oggi no, arriva mio marito!
16/10/2018 8:40:00 - Tumori: gli otto campanelli d'allarme - In un caso su 20 segnalano la presenza di un cancro
16/10/2018 8:30:00 - Banane e legumi per tenere la pressione bassa
16/10/2018 8:20:00 - Cane previene obesita' infantile - Cancro intestino, nuovo esame genetico - Firenze, staminali cura tumori ossa bimbi - Cervello usa neuroni-orologio per tempo
16/10/2018 8:10:00 - La bulimia nervosa, chi ne soffre? - Le persone che ne sono affette tendono ad ingerire grandi quantità di cibo
16/10/2018 8:10:00 - Problemi di coppia: perché si trascinano le relazioni?
16/10/2018 8:00:00 - Ecco 'pinzette'molecolari anti Alzheimer - Ue: via libera a vaccino antimeningite B - Tumori, in crescita malati in cura radio - Nasce Mommilk, latte materno a prematuri
16/10/2018 7:50:00 - I cani hanno avuto origine in Medio Oriente
16/10/2018 7:50:00 - Afrodite nella religione greca, è la dea dell'amore, della bellezza, della sessualità, della sensualità, della lussuria e dei giardini
16/10/2018 7:40:00 - Chlamydia, nemico silenzioso: È l'infezione genitale a trasmissione sessuale più diffusa al mondo - Come si trasmette? Perché può causare infertilità? Come si fa la diagnosi? Come si può prevenire?
16/10/2018 7:40:00 - Il termine: LUCCIOLA - SGUALDRINA - BALDRACCA - COCOTTE - PERIPATETICA - DONNINA ALLEGRA - MARCHETTARA
16/10/2018 7:30:00 - Le donne troppo disinibite? - A caccia di divertimento da una notte e via - Sempre più donne si spogliano, per divertimento e per soldi
16/10/2018 7:20:00 - Comprare e vendere tramite agenzia immobiliare
16/10/2018 7:10:00 - «Sono l'uomo che va a letto con tuo marito» - La confessione choc di due escort gay
16/10/2018 7:00:00 - Uomini: flirt e tradimenti in ufficio per noia e insoddisfazione
14/10/2018 10:00:00 - Alzheimer: la religiosità rallenta la demenza senile - Per un cervello in forma libri e sudoku da giovani, sport e pc da anziani (e i consigli a tavola)
14/10/2018 9:50:00 - Fobie specifiche
14/10/2018 9:40:00 - Disturbo Bipolare – Cosa è, Sintomi, Cause e Cura
14/10/2018 9:30:00 - Disturbi della Personalità - Disturbo Ossessivo Compulsivo di Personalità
14/10/2018 9:20:00 - MEGALOMANIA E MITOMANIA: QUANDO CI SI SENTE SUPERIORI
14/10/2018 9:10:00 - IL DISTURBO DI PERSONALITÀ NARCISISTICO: LA PERSONA INCAPACE DI AMARE



Segnala questa news

                   

Rubriche

Chiamaci su Skype

Social Networks

Messaggi dal Guestbook

  • 20/11/2008  Sono Miriam di Milano  Sono Miriam di Milano vorrei dirvi ...
  • 7/9/2008  Luisa Casalnuovo (NA) - Italia -  Ho letto le vostre rubriche eccezionali e o visto le foto sui tifosi belle
  • 7/9/2008  Luisa Volla (NA) - Italia  Coplimenti un ottimo sito non è caotico ed è molto chiaro
  • 23/8/2008  Kya  X Angela
  • 16/8/2008  Jonny  Divertente
  • 15/8/2008  Sara - Napoli  Sotto Voce è molto interessante -
  • 13/8/2008  Sara  Salve leggo spesso con le mie amiche i vostri messaggi nella rubrica sotto voce
  • 13/8/2008  Celeste - Napoli -  Per Angela di Napoli
  • 13/8/2008  Popetta  Per Angela
  • 13/8/2008  Mary Bon  Ad Angela di Napoli


  • Visita

News più lette

Un articolo a caso

La croceLa prima cosa che dovremmo dire a riguardo della morte è che essa non è naturale, essa non è qualcosa di intrinsico alla natura umana stessa. Pensiamo al mondo prima che Adamo mangiasse il frutto proibito: in esso non vi era alcuna morte. Non vi è morte in cielo, dove vi sono i santi glorificati, e non vi sarà la morte nei nuovi cieli e nella nuova terra. La morte non è essenziale all’essere umano, alla sua natura. La morte entrò nel mondo attraverso la caduta, e non era presente nella creazione al momento in cui essa fu creata. In questo senso limitato, cioè in quanto la morte è la sorte dell’umanità fin dalla caduta, essa è parte dell’umanità, ed è naturale. 

News a caso

Articoli dalle Rubriche

Ultimi video inseriti

Video a caso

Nini Rosso Il Silenzio
(Tue, 11-Nov-2014)
Nini Rosso Il Silenzio
Gli auguri di Natale dei gioc...
(Tue, 29-Dec-2009)
Gli auguri di Natale dei gioc...
L'ORCHESTRA ITALIANA - VOCE '...
(Thu, 01-Jan-2015)
L'ORCHESTRA ITALIANA - VOCE '...
Gli Orrori del Comunismo, 2° ...
(Sun, 08-Jul-2018)
Gli Orrori del Comunismo, 2° ...
Il Volo - Grande amore
(Mon, 16-Feb-2015)
Il Volo - Grande amore
Napoli-Roma 25-01-09
(Sat, 14-Mar-2009)
Napoli-Roma 25-01-09
Dio mio se avessi un pezzo di...
(Sun, 05-Jan-2014)
Dio mio se avessi un pezzo di...
Associazione Maria Ss Dell'ar...
(Fri, 07-Nov-2008)
Associazione Maria Ss Dell'ar...
San Gennaro... Massimo Troisi...
(Wed, 09-Jul-2008)
San Gennaro... Massimo Troisi...
Leo Rojas - El condor pasa
(Thu, 28-Sep-2017)
Leo Rojas - El condor pasa