Menu principale

Categorie news

Contatore visite OGGI

Utenti online

19 utente(i) online
(2 utente(i) in Rubriche)

Login

Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Foto recenti

Meteo in Italia

La situazione:
Scegli la Provincia

Cerca nel Sito

Foto recenti

Foto a caso

Montella - L'Aeroplanino -
L'auto del futuro in mostra a Pechino2 -
Bianca Gascoigne birra e mancanza di... slip
La politica è servire il popolo, o no... ?
L'esibizionista è una persona che prova piacere nell'essere guardato
Quando si effettua una scelta, si cambia il futuro
Tre cose ci sono rimaste del Paradiso: le stelle, i fiori e i bambini
Foto storiche
RAZZISMO È SINONIMO D’IMBECILLITA’
Prima e seconda guerra mondiale sono morte 400 milioni di persone per renderci liberi
SmartSection is developed by The SmartFactory (http://www.smartfactory.ca), a division of INBOX Solutions (http://inboxinternational.com)
Rubriche > RUBRICA MEDICA > EPATITE C
EPATITE C
Articolo di Dott. Gianni Fusco pubblicato il 30/7/2014 (1344 Letture)
Quali sono le cause dell’epatite C? - Come si sviluppa la malattia da C? - Quali sono i sintomi? - Come si esegue la diagnosi? - Chi è a rischio di contrarre l’epatite C? - Come trattare l’HCV? - Qual è il miglior modo di prevenire l’epatite C? - Come gestire l’infezione cronica da HCV?


Quali sono le cause dell’epatite C?


L’epatite C è una malattia del fegato causata dal virus HCV. La via di trasmissione è quella del contatto diretto con il sangue di qualcuno già infettato dal virus.



La causa più comune di trasmissione è l’utilizzo promiscuo di aghi e siringhe infette che, correttamente, sarebbero monouso. Altre cause meno comuni di trasmissione sono:



  • la condivisione di rasoi, spazzolini o forbici da unghie con persone infette;

  • il contatto accidentale con sangue infetto, situazione questa che riguarda per lo più gli operatori sanitari;

  • l'esecuzione di tatuaggi e piercing con materiali non sterili;

  • praticare sesso anale non protetto con partner infetti;

  • praticare attività sessuale tra persone ad elevata promiscuità (partner multipli): questo aumenta il rischio di contrarre vari tipi di malattie veneree, le cui lesioni mucose possono rappresentare un fattore di rischio di trasmissione dell'epatite C. Infatti, nell'ambito di coppie monogame stabili non sussiste l'indicazione all'utilizzo del profilattico.



In rari casi l’HCV può essere trasmessa dalla madre infetta al bambino, durante il parto. Questo rischio è più consistente nelle donne coinfette con il virus HIV.



Il padre non trasmette il virus al nascituro attraverso la fecondazione.



Il sangue per le trasfusioni, potenziale veicolo di contagio, è oggi analizzato per rintracciare la possibile presenza del virus HCV. Pertanto il rischio di contrarre l’infezione tramite trasfusioni è da considerarsi accidentale e altamente improbabile.



Come si sviluppa la malattia da C?


Contrariamente alle altre epatiti, in cui la cronicizzazione della malattia era l’eccezione e non la regola, l’epatite C provoca con un unico evento acuto nella minoranza dei casi. Infatti solo il 30% circa delle persone infettate da HCV sono in grado di debellare il virus attraverso il lavoro del proprio sistema immunitario, e ciò accade nel giro di circa sei mesi. Il restante 70% dei pazienti che hanno contratto il virus, non si libera del virus stesso e sviluppa un’infezione da HCV a lungo termine o cronica.



Quali sono i sintomi?


La maggior parte delle persone con epatite C acuta e cronica sono asintomatici. Per tale motivo l’epatite C può addirittura richiedere decenni prima di dare manifestazioni clinicamente rilevanti e quindi essere diagnosticata.


I sintomi non differiscono in maniera sostanziale da quelli delle altre epatiti e includono debolezza, dolori articolari, prurito cutaneo, dolore muscolare, mal di stomaco e ittero (il presentarsi di un colorito giallastro della cute e delle sclere oculari).



Come si esegue la diagnosi?


L’epatite C è diagnosticata con un test del sangue. Tuttavia i comuni esami sul sangue condotti di routine non includono il test per HCV, pertanto la verifica sierologica deve essere richiesta esplicitamente dal medico curante.



Per questo motivo la maggior parte delle persone affette da epatite C asintomaticanon sanno di avere la malattia. Potrebbero scoprire tale infezione se sono donatori di sangue in quanto nei donatori tale test è eseguito obbligatoriamente.



A volte, per approfondire le cause di un problema riconducibile al fegato, si evidenziano alterazioni persistenti degli enzimi epatici. In tal caso è buona norma proseguire nelle indagini per escludere o confermare l’infezione da epatite C e valutare se c'è - e di che entità è - il danno al fegato provocato dal virus.



Chi è a rischio di contrarre l’epatite C?


Chiunque è stato esposto al sangue di persone infette è a rischio. Quindi è opportuno eseguire un consulto medico per eseguire il test per HCV:



  • se hai utilizzato anche occasionalmente siringhe monouso o cocaina(la cocaina in sé non provoca epatite ma spinge verso comportamenti a rischio) in modo promiscuo;

  • se sei stato oggetto di trasfusioni o trapianti d’organo eseguiti prima del 1992 o trattati con fattori emocoagulativi prima del 1987;

  • se fai terapia emodialitica a lungo termine;

  • se noti una persistente anormalità dei livelli di transaminasi epatiche ALT;

  • se fai parte di personale sanitario medico o paramedico esposto al rischio di ferite accidentali con aghi infetti o fonti di sangue positivo all’HCV;

  • se sei nato/a da madre infetta;

  • se hai abitualmente rapporti sessuali non protetti con partner a rischio o con storia di malattie a trasmissione sessuale;

  • se ti sei fatto/a fare tatuaggi o piercing con aghi non sterili;

  • se fai uso comune di rasoi, spazzolini o altri oggetti personali con persone infette da HCV.



Come trattare l’HCV?


Alcuni pazienti con epatite C potrebbero beneficiare di terapie antivirali conPeginterferone e ribavirina per combattere la carica virale e limitare il danno epatico.



Tali farmaci però non possono essere utilizzati in tutti i pazienti infetti da HCV e potrebbero inoltre causare importanti effetti collaterali: ad esempio le donne in gravidanza non possono utilizzare tali terapie. Pertanto è importante discutere i pro e contro del trattamento dell’epatite C con il medico specialista.



Qual è il miglior modo di prevenire l’epatite C?


Non ci sono vaccini per prevenire l’HCV, pertanto l’unico modo per prevenirla èevitare le fonti di rischio. L’infezione può essere evitata prendendo alcune precauzioni, partendo da quanto detto in precedenza:



  • utilizza solo aghi sterili;

  • usa tutte le precauzioni di sicurezza raccomandate in caso di esposizione a sangue potenzialmente infetto;

  • evita di avere rapporti sessuali non protetti con partner occasionali;

  • non condividere oggetti igienici personali con persone di cui non hai piena sicurezza circa il loro stato di salute.



Come gestire l’infezione cronica da HCV?


L’epatite C è una infezione seria che a lungo termine può portare a malattie epatiche fatali come la cirrosi e il tumore. Tuttavia con adeguati controlli medici, i pazienti con epatite C possono condurre una vita attiva e normale.



» Top




Se hai l’epatite C:

 evita l’alcol e le droghe;

 concorda con il medico l'assunzione di ogni tipo di farmaco

 rivolgiti a uno specialista di malattie del fegato

 segui le prescrizioni mediche e fai le visite mediche di controllo

 mantieni uno stile di vita sano con adeguato apporto nutrizionale, svolgendo attività fisica

 se non riesci psicologicamente a convivere con la malattia anche per le limitazioni a cui ti costringe, considera la possibilità di frequentare un gruppo di supporto per pazienti affetti HCV. Ce ne sono molti, distribuiti specialmente nelle città più grandi oppure si può mantenere un contatto online con altri pazienti che vivono in aree geografiche diverse dalla tua.  

Naviga negli articoli
Precedente articolo EPATITE B EPATITE D prossimo articolo

Rubriche

Chiamaci su Skype

Social Networks

Messaggi dal Guestbook

  • 20/11/2008  Sono Miriam di Milano  Sono Miriam di Milano vorrei dirvi ...
  • 7/9/2008  Luisa Casalnuovo (NA) - Italia -  Ho letto le vostre rubriche eccezionali e o visto le foto sui tifosi belle
  • 7/9/2008  Luisa Volla (NA) - Italia  Coplimenti un ottimo sito non è caotico ed è molto chiaro
  • 23/8/2008  Kya  X Angela
  • 16/8/2008  Jonny  Divertente
  • 15/8/2008  Sara - Napoli  Sotto Voce è molto interessante -
  • 13/8/2008  Sara  Salve leggo spesso con le mie amiche i vostri messaggi nella rubrica sotto voce
  • 13/8/2008  Celeste - Napoli -  Per Angela di Napoli
  • 13/8/2008  Popetta  Per Angela
  • 13/8/2008  Mary Bon  Ad Angela di Napoli


  • Visita

News più lette

Un articolo a caso

L’Agenzia delle Entrate ha comunicato, ieri, sul proprio sito internet, il provvedimento con cui dispone la nuova grafica, a prova di truffa, dei contrassegni emessi dai tabaccai per la riscossione dell’imposta di bollo, del contributo unificato e del contributo amministrativo per il rilascio del passaporto.

News a caso

Articoli dalle Rubriche

Ultimi video inseriti

Video a caso

Guerrino: Filetto di Maiale a...
(Sat, 16-Aug-2008)
Guerrino: Filetto di Maiale a...
Disturbo Bipolare: Riconoscer...
(Thu, 21-Sep-2017)
Disturbo Bipolare: Riconoscer...
Andrea Bocelli & Zucchero - M...
(Thu, 17-Jul-2008)
Andrea Bocelli & Zucchero - M...
Fernando Sica: "Su Antonelli ...
(Fri, 02-Jun-2017)
Fernando Sica:
Monamour by Tinto Brass
(Thu, 11-Dec-2008)
Monamour by Tinto Brass
Caterina Caselli - Nessuno Mi...
(Sat, 22-Sep-2018)
Caterina Caselli - Nessuno Mi...
Il gangnam - Nuova performanc...
(Sun, 02-Dec-2012)
Il gangnam - Nuova performanc...
Incidenti divertente
(Tue, 19-Nov-2013)
Incidenti divertente
Viaggio in Italia, Molise - 3...
(Wed, 17-Jun-2015)
Viaggio in Italia, Molise - 3...
Al bano - Nel Sole -
(Wed, 05-Oct-2011)
Al bano - Nel Sole -