Menu principale

Categorie news

Contatore visite OGGI

Utenti online

7 utente(i) online
(1 utente(i) in News)

Login

Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Foto recenti

Meteo in Italia

La situazione:
Scegli la Provincia

Cerca nel Sito

Foto recenti

Foto a caso

Musica, rave in Germania -
Londra: Finaliste di Miss Mondo 2011
In 50 nude sul web, solidarieta' con Aliaa
La Bella d'Italia - SKY - all' HOTEL SAMMARTINO - Agnone IS - il 17.03.2013
Dammi la grazia di amare la tua volontà che è diversa dalla mia
Una delle più grandi opere d'ARTE del mondo: una donna con delle belle gambe che esce dall' auto
Le benedizioni annullano le maledizioni, ma non la maledizione di una mamma, QUESTO DICE LA BIBBIA !
In guerra come in amore per venire a termine bisogna avvicinarsi
In guerra come in amore per venire a termine bisogna avvicinarsi
Gesù è venuto al mondo per abbattere i muri tra i popoli, non per vendere campane e campanelle...
Curiosità : “Malafemmena” è una parola del dialetto napoletano
Inviato da Angela Vivo il 24/3/2020 7:40:00 (1731 letture)

donna“Malafemmena” è una parola del dialetto napoletano; anche quando è italianizzata in “malafemmina”, la sua origine resta evidente. Altrettanto chiaro è il legame tra questo termine e un grande napoletano: Antonio De Curtis, in arte, e in eterno, Totò.




donna




Totò di femmine se ne intendeva; era notoriamente uno sciupafemmine . Una  donna arrivò a suicidarsi per lui, che ne portò il rimorso per tutta la vita. Non si sa quanta esperienza Totò avesse di malafemmene: sappiamo peraltro con certezza, e con esattezza, che nel 1951 il principe compose la famosa canzone intitolata appunto “Malafemmena”.




Molti continuano a credere che l’abbia composta per la maliarda Silvana Pampanini, incontrata sul set di “Quarantasette morto che parla”, e di cui si sarebbe innamorato senza fortuna. Invece no: la figlia Liliana ha più volte raccontato che la canzone era dedicata alla moglie Diana, per rimproverarla di non aver tenuto fede ad un impegno: ormai separati in casa, Diana aveva promesso al marito di non abbandonare la medesima fino a che la loro unica figlia (la Liliana di cui sopra) non avesse compiuto i diciott’anni. Poi però non aveva mantenuto la promessa, e se n’era andata, per sposare un altro uomo. 

Con la sua amarissima e bellissima canzone,il termine malafemmena diventata rapidamente celebre, il napoletanissimo Totò contribuì non solo alla sua diffusione ma, evento linguistico straordinario,allo “shift”: allo “scivolamento” di significato di questo termine.

Fino ad allora, la parola “malafemmena” era stata perfettamente sovrapponibile a “puttana”: era soltanto un po’meno cruda, meno dura, così da potersi pronunciare in pubblico.  Nella canzone scritta da Totò (al di là della verità storica: semplicemente a rileggerne il testo), la malafemmena  non è una donna che concede i suoi favori a destra e a manca: è semplicemente un’ingannatrice, una donna inaffidabile, che fa credere una cosa, e poi ne fa un’altra: una fedifraga, nel senso letterale di “infrangitrice di fiducia”.



La malafemmena di Totò non è dunque una puttana: è una donna cinica, che gioca coi sentimenti del malcapitato caduto nelle sue reti. E perciò lo fa soffrire.

Grazie alla canzone di Totò, la parola “malafemmena” esce dai confini regionali, e acquisisce una certa notorietà in tutta Italia. Modificando un po’ la sua grafia, malafemmena diventerà successivamente “malafemmina”. E come malafemmina verrà utilizzata e pronunciata da milioni di parlanti nativi.

Lo psichiatra e linguista trasformazionalista Claudio Ciaravolo in un saggio sulla selezione culturale,ha evidenziato come  straordinariamente  anche di quest’altro evento linguistico particolare (l’italianizzazione in malafemmina del termine dialettale malafemmena),si conosce il momento preciso. A veicolare questo cambiamento di vocale è – singolarmente - lo stesso Totò.




Fu lui ad insistere ed ottenere che nel titolo di un film che richiamava la sua già ormai nota canzone ci fosse la i al posto della e.




E’ il 1956, e nelle sale cinematografiche si proietta “Totò, Peppino e la malafemmina” (con la i). Regia di Camillo Mastrocinque.  Ne sono  protagonisti (come recita il titolo) Totò e Peppino De Filippo, nei panni di due contadini campani in missione  a Milano, allo scopo di strappare dalle grinfie della “malafemmina” in oggetto (una splendida Dorian Gray) il proprio nipote, “studente che studia” (un Teddy Reno alle prime armi).

Questo film diventerà un cult e  la diffusione del termine malafemmina con la i sarà grandissima. Da“Totò, Peppino e la malafemmina” sono tratti tre situazioni tra le più  conosciute ed amate:

 l’arrivo dei due a Milano, in piena estate, con cappotto e colbacco, perché “a Milano fa freddo”;  l’incontro con il vigile in piazza del Duomo, e la lettera che Totò detta a Peppino.

A conferma del cambiamento di significato del termine malafemmina, nel film di Mastrocinque la ballerina alla quale viene affibbiata questa qualifica non ha nulla della prostituta: è una brava ragazza, sinceramente innamorata del nipote dei due provinciali, che alla fine sposerà, con soddisfazione di tutti.



 



 




Altre news
28/5/2020 9:30:00 - Ridi che ti passa
26/5/2020 9:00:00 - I 5 virus più contaggiosi al mondo
26/5/2020 8:50:00 - Cervello: ecco la proteina che cancella il suo block notes - Piu' intuito se non si e' concentrati - Siamo'popolo sfasati', e''jetlag sociale'
26/5/2020 8:40:00 - Edulcoranti: In un primo tempo gli edulcoranti sono stati autorizzati in Italia solo nei prodotti dietetici
26/5/2020 8:30:00 - SINUSITE: Consiste nell'infiammazione della mucosa di uno o più seni paranasali
26/5/2020 8:20:00 - SOPRA I 70 BATTITI CUORE PIU' A RISCHIO
26/5/2020 8:10:00 - Il dado da brodo nella dieta: sì o no?
26/5/2020 8:00:00 - Joseph Smith fondatore dei Mormoni
26/5/2020 7:40:00 - La felicità si trova nella leggerezza delle piccole cose, l'odore del caffé al risveglio che s’intreccia con quello del pane, la carezza di uno sguardo
26/5/2020 7:40:00 - Come lo fanno strano: gli usi sessuali più bizzarri
26/5/2020 7:40:00 - Amori promiscui, amori di gruppo
26/5/2020 7:30:00 - Le difficoltà della coppia in crisi e i motivi più frequenti - Le caratteristiche della coppia sana
26/5/2020 7:30:00 - Perché non facciamo più l'amore - Sono tanti gli uomini che si lamentano, così come le donne
26/5/2020 7:30:00 - A chi conviene rivolgersi per contestare una multa?
26/5/2020 7:30:00 - L’Aulin è tossico, ma l’Italia continua a venderlo
26/5/2020 7:20:00 - Il contratto preliminare per l’acquisto casa
26/5/2020 7:10:00 - Smetti di recitare il piacere - Continuare a fingere fa male a voi quanto a lui
26/5/2020 7:10:00 - DISFUNZIONE ERETTILE: Descrizione - Struttura del pene - Meccanismo dell’erezione - Cause
26/5/2020 7:10:00 - Sport acquatici, il surf per mantenersi in forma. Tavole leggere che permettono acrobazie anche ai meno esperti
26/5/2020 7:00:00 - I 10 record sessuali più strani al mondo
26/5/2020 6:50:00 - Se vuoi collaborare con Dimensione Notizia (Giornalista o Agente) invia il tuo curriculum a : gspc96@gmail.com
21/5/2020 9:40:00 - L’amaro volto dell’aspartame - E' stato documentato l’incremento molto elevato di cancro del fegato e del polmone in animali che entravano in contatto con l’aspartame
21/5/2020 9:30:00 - Alcol: binge drinking 'brucia' il cervello dei teenager - "L'alcol, è la prima causa di morte tra i giovani"
21/5/2020 9:20:00 - ARANCIA - ALBICOCCA - AMARENA - ANANAS - BANANA - CACHI - CAROTA -
21/5/2020 9:10:00 - L'alcol restringe il cervello: più ne bevi più si riduce il suo volume - Diagnosi - Effetti Neurologici - Organizzazioni e sostegno



Segnala questa news

                   

Rubriche

Chiamaci su Skype

Social Networks

Messaggi dal Guestbook

  • 20/11/2008  Sono Miriam di Milano  Sono Miriam di Milano vorrei dirvi ...
  • 7/9/2008  Luisa Casalnuovo (NA) - Italia -  Ho letto le vostre rubriche eccezionali e o visto le foto sui tifosi belle
  • 7/9/2008  Luisa Volla (NA) - Italia  Coplimenti un ottimo sito non è caotico ed è molto chiaro
  • 23/8/2008  Kya  X Angela
  • 16/8/2008  Jonny  Divertente
  • 15/8/2008  Sara - Napoli  Sotto Voce è molto interessante -
  • 13/8/2008  Sara  Salve leggo spesso con le mie amiche i vostri messaggi nella rubrica sotto voce
  • 13/8/2008  Celeste - Napoli -  Per Angela di Napoli
  • 13/8/2008  Popetta  Per Angela
  • 13/8/2008  Mary Bon  Ad Angela di Napoli


  • Visita

News più lette

Un articolo a caso

“Tra tutte le varie terapie contro le sindromi depressive non dovrebbe mai mancare una corretta attività fisica”: è questa l'affermazione di un gruppo di ricercatori della Duke University di Durham (North Carolina), che ha condotto uno studio su un gruppo di pazienti colpiti da depressione.

News a caso

Articoli dalle Rubriche

Ultimi video inseriti

Video a caso