Menu principale

Categorie news

Contatore visite OGGI

Utenti online

38 utente(i) online
(4 utente(i) in News)

Login

Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Foto recenti

Meteo in Italia

La situazione:
Scegli la Provincia

Cerca nel Sito

Foto recenti

Foto a caso

In A, la coreografia di Napoli-Lazio - Tutti in guanti Azzurri -
Roma, i 18 anni dell'era Sensi. Il celebre spogliarello di Sabrina Ferilli 2001 -
Dopo le piogge, a Tokyo sale la temperatura e sboccia ninfea -
La natura vince il premio Oscar
Il narcisista: Colui che ha difficoltà ad amare
Donne sole
Sesso in strada la vergogna degli stupidi
Spacchi estremi e trasparenze: quando la star si mette a nudo
Napoli Scorcio del molo San Vincenzo e Lungomare di Via Nazario Sauro
Di politicanti è pieno il mondo e la rete è il mondo del mondo
Nutrizione : Attente alla dieta in gravidanza. Quale dieta per la futura mamma?
Inviato da Luisa De Micco il 26/9/2022 7:40:00 (1672 letture)

E’ la domanda che molte donne si fanno quando scoprono di essere in dolce attesa. Bene cerchiamo di capire insieme cosa sicuramente non fare…in questo ci vengono in aiuto (oltre i consigli di mamme, nonne etc etc) i recenti studi in materia.  Infatti è stato scoperto in questi giorni,  un legame finora sconosciuto  tra la dieta della donna in gravidanza può influenzare fortemente la salute del nascituro  e in particolare la salute del suo fegato.





Allattamento al senoIn uno studio, pubblicato sulla  rivista Hepatology, i ricercatori dell’Università del Southampton hanno pubblicato che una dieta, durante la gestazione, con un alto contenuto di grassi,  favorisce lo sviluppo e di un fegato  grasso nel nascituro, quella che poi nell’età adulto pu evolvere nella ben nota steatosi epatica.




Questo aggiunge un altro tassello alla composizione della dieta sana per la futura mamma e avvalora la tesi di molti ricercatori e nutrizionisti, secondo cui un’alimentazione sbilancia e troppo ricca di acidi grassi  può avere effetti dannosi sulla salute del bambino.




La steatosi non -alcolica (NAFLD) è provocata da un aumento di grassi nel fegato.  La NAFLD   è  fortemente associata all’obesità, e  pensare che solo fino a poco tempo fa, essa era considerata poco comune e relativamente innocua,  mentre ora è considerata tra le patologie della ghiandola epatica  più diffuse e che può progredire in cirrosi cronica.




Il Professor Christopher Byrne, con i colleghi  Dr Felino e Dr Bruce dell’University’s School of Medicine al King’s College di Londra ha condotto lo studio e ha scoperto  che una dieta troppo ricca in acidi grasi saturi nella mamma, può accelerare nel feto lo sviluppo di un’epatopatia e renderlo maggiormente suscettibile in futuro a sviluppar
e  una steatosi epatica.




Quindi  una raccomandazione importante, leggete bene l’etichetta, sempre ma soprattutto quando dovete occuparvi anche della  salute di un’altra creatura. In particolare soffermatevi nella lettura, non solo della quantità di grassi, ma sulla tipologia. Scrivere che un prodotto contiene circa 14 o 20 g di grassi su 100 g è una parte della verità, poi bisogna vedere quanti sono i grassi saturi, quelli insaturi (differenziati in polinsaturi e monoinsaturi nelle etichette più complete). Un alimento con una quota maggiore di acidi grassi saturi non è salutare.




Ma attenzione anche alla cottura degli acidi grassi insaturi (es olio di oliva o di sesamo  o di girasole).




I nutrizionisti spesso si battono contro i “fast food” ed hanno ragione! Diversi studi dimostrano come gli oli insaturi portati ad alte temperature producono sostanze tossiche addirittura peggiori  dei grassi saturi.



Qualche regola pratica!




Bollire più volte l’olio, come succede nei fast food, comporta un ulteriore aumento delle tossine totali, insomma crediamo di mangiare del cibo ed in realtà mangiamo del veleno!




La dose massima raccomandata di consumo di grassi saturi corrisponde a <10% delle calorie della dieta. In media in Europa s
i consuma ancora una quantità di grassi saturi superiore a quella raccomandata, ad oggi circa il 15% delle calorie. Perciò si deve tentare di ridurre la quantità di grassi saturi consumata, prestando ad esempio attenzione agli acidi grassi presenti nei diversi alimenti.




Le principali fonti di acidi grassi saturi  nella dieta sono: i tagli grassi della carne, la pelle del pollo, prodotti a base di carne quali salsicce e polpettoni, il latte intero e tutti i prodotti caseari come formaggi e panna, burro e lardo, olio di cocco, olio di palma, pasticcini, torte e biscotti, dolci e cioccolato




Quindi, ecco alcuni consigli per diminuire la quantità di grassi saturi nella dieta:



  • Scegliere tagli magri di carne ed eliminare il grasso visibile, rimuovere la pelle dal pollame, grigliate la carne piuttosto che friggerla.

  • Tener conto della quantità consumata di salsicce, pasticcini, torte, biscotti, dolci, cioccolato.

  • Scegliere i prodotti caseari a basso o ridotto contenuto di grassi.

  • Scegliere l’olio vegetale (ricco in grassi insaturi, come l’olio di girasole, di sesamo, d’oliva) piuttosto che uno ricco in grassi saturi.




Ed infine, consumare una dieta bilanciata, con tanta frutta e verdure e alimenti ricchi di amido (come riso, pasta e patate). 




Scegliere sempre dei metodi di cottura con una ridotta quantità di grassi come la bollitura e la cottura al vapore.




 




 





Altre news
26/11/2022 8:20:00 - Tumori: cibi anti-cancro anche da piccoli, progetto Ieo - Alimentazione e tumori
20/11/2022 8:00:00 - Non credere ai maghi sono tutti imbroglioni, di un giro di affari stimato intorno ai 5 miliardi di euro
20/11/2022 7:50:00 - IL PAPATO DALLA PRIMA GUERRA MONDIALE AL XXI SECOLO da Benedetto XV (1922) a Papa Francesco
20/11/2022 7:40:00 - Breve storia del PAPATO
20/11/2022 7:30:00 - CRONOLOGIA DEI PAPI - Sono esclusi gli antipapi
20/11/2022 7:20:00 - IL PAPATO DALLA RIVOLUZIONE FRANCESE ALLA PRIMA GUERRA MONDIALE da Pio VII (1823) a Pio X (1914)
20/11/2022 7:10:00 - PAPATO ALL'EPOCA DELL'ASSOLUTISMO E DELL'ILLUMINISMO da Alessandro VII (1655) a Pio VI (1799)
20/11/2022 7:00:00 - I PAPI DELLA RIFORMA CATTOLICA E DELLA CONTRORIFORMA da Paolo III (1534) a Innocenzo X (1655)
20/11/2022 6:50:00 - GLI ANTIPAPI - Chi veniva elevato al soglio pontificio in modo non canonico
20/11/2022 6:50:00 - LA PREMINENZA DEL PAPATO NELL'ALTO MEDIOEVO DA CLEMENTE II (1046) A BONIFACIO VIII (1303)
20/11/2022 6:50:00 - I PAPI DEL RINASCIMENTO Da Niccolò V (1447) a Clemente VII (1534)
20/11/2022 6:40:00 - IL DECLINO DEL PAPATO NEL TARDO MEDIOEVO DA B.BENEDETTO XI (1303) A EUGENIO IV (1447)
20/11/2022 6:30:00 - PAPA. DALLE ORIGINI A COSTANTINO DA SAN PIETRO A SANT'EUSEBIO (311)
20/11/2022 6:20:00 - I PAPI DEL PRIMO MEDIOEVO DA SABINIANO (604) A GREGORIO VI (1046)
20/11/2022 6:10:00 - I PAPI DA COSTANTINO ALLA FINE DELL'EPOCA ROMANA DA SAN MELCHIADE (311) A SAN GREGORIO I, IL GRANDE (604)
14/11/2022 10:10:00 - Propietà alici e le acciughe
14/11/2022 10:00:00 - Claustrofobia - Agorafobia: sintomi e cura - Paura di volare (aerofobia-aviofobia) - Paura di guidare -
14/11/2022 9:50:00 - A chi conviene rivolgersi per contestare una multa?
14/11/2022 9:40:00 - Rosmarino, proprietà e utilizzo
14/11/2022 9:30:00 - IL NARCISISTA CHE AMA SOLO SE STESSO
14/11/2022 9:20:00 - Aglio & cipolla, vi amo e poi vi odio...
14/11/2022 9:10:00 - Pepe Nero, un prezioso Alleato contro il Grasso
14/11/2022 9:00:00 - Mangia pane alle alghe e peperoncino, cura il tuo fegato
14/11/2022 8:50:00 - LA PSICOSOMATICA: Corpo e mente non sono due mondi separati
14/11/2022 8:00:00 - Quando si parla di denti, tutti sappiamo o dovremmo sapere che la prevenzione è fondamentale



Segnala questa news

                   

Rubriche

Chiamaci su Skype

Social Networks

Messaggi dal Guestbook

  • 20/11/2008  Sono Miriam di Milano  Sono Miriam di Milano vorrei dirvi ...
  • 7/9/2008  Luisa Casalnuovo (NA) - Italia -  Ho letto le vostre rubriche eccezionali e o visto le foto sui tifosi belle
  • 7/9/2008  Luisa Volla (NA) - Italia  Coplimenti un ottimo sito non è caotico ed è molto chiaro
  • 23/8/2008  Kya  X Angela
  • 16/8/2008  Jonny  Divertente
  • 15/8/2008  Sara - Napoli  Sotto Voce è molto interessante -
  • 13/8/2008  Sara  Salve leggo spesso con le mie amiche i vostri messaggi nella rubrica sotto voce
  • 13/8/2008  Celeste - Napoli -  Per Angela di Napoli
  • 13/8/2008  Popetta  Per Angela
  • 13/8/2008  Mary Bon  Ad Angela di Napoli


  • Visita

News più lette

Un articolo a caso

Recenti studi hanno portato alla conclusione che l'anoressia nervosa può avere anche cause di natura biologica. Si parla di alterazioni dei circuiti cerebrali della gratificazione che provocherebbero il rifiuto del cibo. Anoressia e alterazioni cerebrali - Nelle persone anoressiche il digiuno provoca un miglioramento del benessere

News a caso

Articoli dalle Rubriche

Ultimi video inseriti

Video a caso