Menu principale

Categorie news

Contatore visite OGGI

Utenti online

27 utente(i) online
(3 utente(i) in Rubriche)

Login

Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Foto recenti

Meteo in Italia

La situazione:
Scegli la Provincia

Cerca nel Sito

Foto recenti

Foto a caso

Le top model in passerella a Milano con la celebre lingerie -
Danza dell'amore delle giovani indiane -
Yemen: a Sana'a manifestazioni e slogan contro il governo -
Inter - Napoli 0-3 -
Le testimonial dei decenni passati - Rosaria Schifani - Anni Novanta
In Arabia Saudita, alla conferenza “La donna nella società” hanno partecipato solo uomini
Si dice che la verità trionfa sempre, ma questa non è una verità
Bere non è la risposta, ma bevendo ti dimentichi la domanda
Non ti preccupare le corna che hai tu non puoi vedertele, ecco perchè sei un cornuto contento
Io appartengo all'unica razza che conosco, quella UMANA !
SmartSection is developed by The SmartFactory (http://www.smartfactory.ca), a division of INBOX Solutions (http://inboxinternational.com)
Rubriche > QUESITI RELIGIOSI > Ai giorni di Gesù come venivano fatte le offerte nel tempio?
Ai giorni di Gesù come venivano fatte le offerte nel tempio?
Articolo di SBR pubblicato il 15/1/2014 (1505 Letture)
Luca scrisse il Vangelo che porta il suo nome e gli Atti degli Apostoli. Disse di aver “seguito con accuratezza ogni cosa dall’inizio”; tuttavia alcuni studiosi hanno messo in dubbio la sua descrizione degli eventi (Luca 1:3). Viene quindi da chiedersi: quanto fu accurato?


Ai giorni di Gesù come venivano fatte le offerte nel tempio?

L’evangelista Luca

Una donna israelita versa un’offerta in una cassa del tesoro del tempio


Il tesoro del tempio era collocato nel Cortile delle donne. Un libro dice: “Tutt’intorno correva un colonnato semplice al cui interno, addossate alla parete, vi erano le tredici casse, o ‘trombe’, per le offerte” (The Temple—Its Ministry and Services).







Le casse erano chiamate trombe in quanto strette nella parte superiore e larghe alla base. In ogni cassa si versavano offerte per uno scopo specifico, indicato dalla relativa iscrizione. Gesù si trovava nel Cortile delle donne quando vide, tra le numerose persone che lasciavano le loro offerte, anche una vedova indigente (Luca 21:1, 2).







Due casse erano riservate alla tassa del tempio: una relativa all’anno in corso e l’altra a quello precedente. Nelle casse dalla terza alla settima si raccoglieva il denaro corrispondente al valore rispettivamente di tortore, piccioni, legna, incenso e recipienti d’oro. Chi aveva messo da parte una somma superiore al valore stabilito per una certa offerta depositava poi la somma eccedente in una delle altre casse. Nell’ottava cassa veniva messo il denaro avanzato dalle offerte per il peccato. Le casse dalla nona alla dodicesima contenevano invece il denaro che avanzava dalle offerte per la colpa, dai sacrifici di uccelli, dalle offerte dei nazirei e da quelle dei lebbrosi. La tredicesima cassa era riservata alle offerte volontarie.







L’evangelista Luca fu uno storico accurato?


L’evangelista Luca


Luca scrisse il Vangelo che porta il suo nome e gli Atti degli Apostoli. Disse di aver “seguito con accuratezza ogni cosa dall’inizio”; tuttavia alcuni studiosi hanno messo in dubbio la sua descrizione degli eventi (Luca 1:3). Viene quindi da chiedersi: quanto fu accurato?







Luca menziona fatti storici verificabili. Per esempio, riporta titoli specifici per indicare chi aveva un incarico pubblico, come i pretori (o magistrati civili) di Filippi, i politarchi (o governatori della città) di Tessalonica, e gli asiarchi (o autorità locali) di Efeso (Atti 16:20, Kingdom Interlinear; 17:6; 19:31). Luca parla di Erode Antipa come di un tetrarca, o governatore di un distretto, e di Sergio Paolo come del proconsole di Cipro (Atti 13:1, 7).







L’uso corretto dei titoli da parte di Luca è ragguardevole. Quando lo status di un territorio romano cambiava, cambiava pure il titolo di chi lo amministrava. Eppure, come ha affermato il biblista Bruce Metzger, “negli Atti i riferimenti di questo tipo si dimostrano sempre corretti in rapporto al luogo e al tempo indicati”. Lo studioso William Ramsay ha definito Luca “uno storico di grande spessore”.


 


JW.ORG / SITO UFFICIALE DEI TESTIMONI DI GEOVA


 

Naviga negli articoli
Precedente articolo Una speranza per i morti: la risurrezione LA MORTE È LA FINE DI TUTTO? - Ineluttabile e devastante... prossimo articolo

Rubriche

Chiamaci su Skype

Social Networks

Messaggi dal Guestbook

  • 20/11/2008  Sono Miriam di Milano  Sono Miriam di Milano vorrei dirvi ...
  • 7/9/2008  Luisa Casalnuovo (NA) - Italia -  Ho letto le vostre rubriche eccezionali e o visto le foto sui tifosi belle
  • 7/9/2008  Luisa Volla (NA) - Italia  Coplimenti un ottimo sito non è caotico ed è molto chiaro
  • 23/8/2008  Kya  X Angela
  • 16/8/2008  Jonny  Divertente
  • 15/8/2008  Sara - Napoli  Sotto Voce è molto interessante -
  • 13/8/2008  Sara  Salve leggo spesso con le mie amiche i vostri messaggi nella rubrica sotto voce
  • 13/8/2008  Celeste - Napoli -  Per Angela di Napoli
  • 13/8/2008  Popetta  Per Angela
  • 13/8/2008  Mary Bon  Ad Angela di Napoli


  • Visita

News più lette

Un articolo a caso

Ecco alcuni consigli su comportamenti e bon ton da tenere a tavola. Meglio evitare la frase "Buon appetito!", lo stuzzicadenti è accettato solo come guarnizione, la scarpetta non è ammessa.

News a caso

Articoli dalle Rubriche

Ultimi video inseriti

Video a caso