Menu principale

Categorie news

Contatore visite OGGI

Utenti online

30 utente(i) online
(1 utente(i) in Rubriche)

Login

Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Foto recenti

Meteo in Italia

La situazione:
Scegli la Provincia

Cerca nel Sito

Foto recenti

Foto a caso

Tifosi della partita Spagna - Svizzera allo stadio Durban -
Miss Italia 2011 è la calabrese Stefania Bivone -
Smith Joseph III
Eva e Claretta: due donne, stesso destino
NARCISISTA: Colui che ha difficoltà ad amare
Una bella donna piace agli occhi, una buona piace al cuore
Nulla è più facile che illudersi. Perché l'uomo crede vero ciò che desidera
Calendario 2014 - Marika Fruscio
Si tratta dell’ex presidente russo, Medvedev. Questa foto del Cremlino è stata venduta nel 2010 per
Cagliari: “Se venite nudi spesa gratis fino a 250 euro”: La pazza idea di un supermarket
SmartSection is developed by The SmartFactory (http://www.smartfactory.ca), a division of INBOX Solutions (http://inboxinternational.com)
Rubriche > GOSSIP > Differenza donna ieri e oggi
Differenza donna ieri e oggi
Articolo di Lucia Iorio pubblicato il 18/6/2011 (1432 Letture)
TintarellaLa donna, non era soltanto discriminata rispetto ai maschi ma non poteva amministrare il suo patrimonio senza il consenso del padre o del marito, né poteva ricoprire cariche pubbliche. Dopo la Rivoluzione francese, Napoleone ampliò la sfera dei diritti delle donne: venne così concesso loro di mantenere il proprio cognome, anche in caso di matrimonio, e di esercitare autonomamente attività commerciali, e fu abolita la disparità di trattamento nella divisione dell’eredità del patrimonio familiare. Napoleone però non eliminò la situazione di inferiorità dell’universo femminile. La donna, anche se sposata, continuò a restare per molti aspetti sotto la tutela maschile, perché non poteva intraprendere azioni giudiziarie senza l’autorizzazione del marito, e neppure poteva donare, vendere, acquistare beni senza l’assenso del coniuge. Uno dei primi movimenti che mirò alla libertà e al raggiungimento della parità dei diritti delle donne con quelli degli uomini, fu quello delle suffragette sviluppatosi nell’800, le quali miravano a raggiungere il suffragio universale anche per le donne. 


coppia3




Le condizioni sociali della donna nel passato e nel presente



La condizione della donna nella società è passata attraverso notevoli modifiche nel corso dei secoli, a seconda dell’evoluzione politica e giuridica dei popoli, della diversità dei fattori geografici e storici e della sua appartenenza ai vari gruppi sociali. In quasi tutti i tempi e paesi la donna fu sottoposta nelle società del passato a un trattamento meno favorevole di quello riservato all’uomo. Per molto tempo la donna è stata inferiore all’uomo sul piano giuridico, economico e civile e per tanto tempo è rimasta esclusa da tutta una serie di diritti e di attività. Il ruolo della donna era quello di madre all’interno della famiglia e il suo compito principale era quello di svolgere le faccende domestiche.

La donna, però, non era soltanto discriminata rispetto ai maschi ma non poteva amministrare il suo patrimonio senza il consenso del padre o del marito, né poteva ricoprire cariche pubbliche.

Dopo la Rivoluzione francese, Napoleone ampliò la sfera dei diritti delle donne: venne così concesso loro di mantenere il proprio cognome, anche in caso di matrimonio, e di esercitare autonomamente attività commerciali, e fu abolita la disparità di trattamento nella divisione dell’eredità del patrimonio familiare. Napoleone però non eliminò la situazione di inferiorità dell’universo femminile. La donna, anche se sposata, continuò a restare per molti aspetti sotto la tutela maschile, perché non poteva intraprendere azioni giudiziarie senza l’autorizzazione del marito, e neppure poteva donare, vendere, acquistare beni senza l’assenso del coniuge. Uno dei primi movimenti che mirò alla libertà e al raggiungimento della parità dei diritti delle donne con quelli degli uomini, fu quello delle suffragette sviluppatosi nell’800, le quali miravano a raggiungere il suffragio universale anche per le donne.

Oggi le donne sono presenti nella società, nel mondo dell’impresa, nelle università, nella magistratura e nella pubblica amministrazione, nel Governo e in Parlamento, svolgendo a volte lavori anche molto impegnativi, di un certo peso all’interno della società, o lavori che fino a qualche tempo fa 


svolgevano solamente gli uomini. Oggi le donne, nella società occidentale, possono compiere scelte importanti all’interno della famiglia e possono scegliere l’educazione più adatta da trasmettere ai propri figli. 





Purtroppo però la situazione della donna non è positiva in tutto il mondo, infatti la donna nei paesisottosviluppati occupa un ruolo marginale all’interno della società e all’interno della famiglia.


Ad esempio in Africa, la donna viene sfruttata al massimo; infatti è la donna a svolgere i ruoli più impegnativi come ad esempio lavorare nei campi, portare sacchi di merce sulla testa per ore e ore di cammino oppure andare a riempire secchi d’acqua per tutta la famiglia. E tutt’ora si parla di discriminazioni e di violenze sulla donna.



Ogni donna dovrebbe ritenersi fortunata nel vivere in un’epoca e in un paese dove questo problema è in parte superato. Non dobbiamo dimenticare, però, le donne meno fortunate, ma necessario invece fare di tutto per aiutarle a migliorare la loro condizione affinché possano, un giorno, vivere in una condizione migliore. Ai giorni nostri, molte associazioni organizzano manifestazioni sull’argomento cercando di sensibilizzare l’opinione pubblica, che pesa oggi sulle condizioni di vita della donna. Il simbolo della festa della donna è la Mimosa. La Festa è molto attesa, e le donne solitamente festeggiano tra di loro senza gli uomini. Ma perché proprio la mimosa è il simbolo della festa della donna? Perché, oltre al fatto che fiorisce proprio nel periodo in cui capita la ricorrenza, il suo colore, giallo, presenta vitalità, allegria ed è un colore gioioso.  La donna uscì dalla costola dell'uomo non dai piedi per essere calpestata, nè dalla testa per essere superiore. ma dal lato per essere uguale, sotto il braccio per essere protetta e accanto al cuore per essere amata. Prendiamo in considerazione questa frase per far capire a tutto il mondo che la donna è alla pari dell’uomo e che forse, per i ruoli che lei svolge continuamente e contemporaneamente nella sua vita sociale dovrebbe esser onorata per la sua capacità di esser madre, moglie, figlia e lavoratrice sempre, !








Naviga negli articoli
Precedente articolo Clooney-Canalis, 'non stiamo piu' insieme' - Lo annunciano loro stessi Bova sarà nel gangster movie di Placido - Estate di lavoro tra 'Ultimo 4', 'Come un delfino', 'Immaturi 2' prossimo articolo

Rubriche

Chiamaci su Skype

Social Networks

Messaggi dal Guestbook

  • 20/11/2008  Sono Miriam di Milano  Sono Miriam di Milano vorrei dirvi ...
  • 7/9/2008  Luisa Casalnuovo (NA) - Italia -  Ho letto le vostre rubriche eccezionali e o visto le foto sui tifosi belle
  • 7/9/2008  Luisa Volla (NA) - Italia  Coplimenti un ottimo sito non è caotico ed è molto chiaro
  • 23/8/2008  Kya  X Angela
  • 16/8/2008  Jonny  Divertente
  • 15/8/2008  Sara - Napoli  Sotto Voce è molto interessante -
  • 13/8/2008  Sara  Salve leggo spesso con le mie amiche i vostri messaggi nella rubrica sotto voce
  • 13/8/2008  Celeste - Napoli -  Per Angela di Napoli
  • 13/8/2008  Popetta  Per Angela
  • 13/8/2008  Mary Bon  Ad Angela di Napoli


  • Visita

News più lette

Un articolo a caso

gifstellaConfucio: Vivere nella povertà senza nessun risentimento, ecco ciò che è difficile; al confronto, essere ricchi senza arroganza non costa niente - Meglio stare zitti dando l'impressione di essere stupidi, che parlare togliendo ogni dubbio - Il saggio preferisce essere lento a parlare, ma pronto ad agire - Non ci deve dolere di non essere capiti dalle persone ma di non capire - Sii padrone di te stesso, e commetterai pochi errori - Se incontri un uomo di valore, cerca di rassomigliargli. Se incontri un uomo mediocre, cerca i suoi difetti in te stesso - Studiare senza riflettere è inutile; meditare senza senza studiare è pericoloso.

News a caso

Articoli dalle Rubriche

Ultimi video inseriti

Video a caso

Master KG - Jerusalema [Feat....
(Sun, 13-Aug-2017)
Master KG - Jerusalema [Feat....
Michael Jackson - Beat It
(Fri, 10-Jan-2014)
Michael Jackson - Beat It
Tg Annuncio morte Totò
(Sat, 08-Nov-2008)
Tg Annuncio morte Totò
Viaggio in Italia, Molise - 5...
(Wed, 17-Jun-2015)
Viaggio in Italia, Molise - 5...
Massimo Ranieri - 'O surdato ...
(Mon, 12-Jan-2015)
Massimo Ranieri - 'O surdato ...
Michael Jackson - Smooth Crim...
(Sun, 09-Oct-2011)
Michael Jackson - Smooth Crim...
Raccolta incidenti divertenti...
(Sun, 29-Jun-2008)
Raccolta incidenti divertenti...
Greek Dance - Sirtaki. Igor M...
(Thu, 06-Oct-2011)
Greek Dance - Sirtaki. Igor M...
Totò e Peppino - Chi si ferma...
(Sun, 09-Oct-2011)
Totò e Peppino - Chi si ferma...
Roberto Angelini - Vulcano
(Thu, 26-Feb-2009)
Roberto Angelini - Vulcano