Menu principale

Categorie news

Contatore visite OGGI

Utenti online

6 utente(i) online
(2 utente(i) in Rubriche)

Login

Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Foto recenti

Meteo in Italia

La situazione:
Scegli la Provincia

Cerca nel Sito

Foto recenti

Foto a caso

Da vecchi e da innamorati si torna bambini -
Mauro Cetto (s) e' passato dal Tolosa al Palermo -
Faccia a faccia con la tartaruga all'nternational Reptiles Expo di Hong Kong -
Chavez calvo dopo chemio, supporter rasati per solidarieta' -
Bmw, prima trazione anteriore con Concept Active Tourer. Utilizza un inedito 3 cilindri
 I 5 killer più famosi al mondo - Al 1° posto:   Il killer dello Zodiaco
Donna, tu sai che effetto fai veramente agli uomini?
Napoli antica, la città più bella e creativa del mondo.
Lory: Nella vita darla è una carta vincente, una sola volta perché poi l’uomo si annoia e cambia
Convegno sulla corretta alimentazione ed integrazione alimentare con il Prefetto di Isernia D. Guida
SmartSection is developed by The SmartFactory (http://www.smartfactory.ca), a division of INBOX Solutions (http://inboxinternational.com)
Rubriche > RUBRICA MEDICA > EPATOLOGIA > Epatite C: come si contrae e come evitare il contagio
Epatite C: come si contrae e come evitare il contagio
Articolo di Dott.Vincenzo Di Costanzo pubblicato il 22/7/2008 (1498 Letture)
Il virus dell'epatite C si trasmette per via parenterale apparente (trasfusioni di sangue o emoderivati) od inapparente (per via percutanea). La modalità di trasmissione che ha maggiormente contribuito alla diffusione dell'infezione su ampia scala è stata quella per via percutanea.



 Ciò è avvenuto prevalentemente negli anni '60-'70, quando si sono diffuse sul territorio chirurgia ambulatoriale, cure odontoiatriche, agopuntura, ecc. In quel periodo, in mancanza di conoscenze sui virus epatitici, si è favorita la diffusione dell'infezione con l'uso di strumenti non perfettamente sterilizzati ed impiegati consecutivamente per più pazienti. E' stato dimostrato che l'uso di siringhe di vetro ha rappresentato uno dei principali meccanismi di trasmissione del virus. Oggi non si usano più siringhe di vetro, ma permane l'uso promiscuo di rasoi, pettini, forbici, pinzette o di altri oggetti taglienti, tra soggetti infetti e non infetti, che è un comportamento a rischio sottovalutato nello stile di vita quotidiano.




Dopo il 1990, in seguito alla scoperta del virus e alla conseguente introduzione del test di screening sulle donazioni di sangue, il contagio tramite la trasfusione di sangue o emoderivati si è drasticamente ridotto, fino a diventare un evento eccezionale. Restano
Virus dell'epatite C comportamenti a rischio l'esecuzione di cure estetiche (manicure e pedicure) con strumentario non personalizzato, i tatuaggi, il piercing e ogni altra procedura invasiva con strumenti non monouso,

I dati derivanti dalla sorveglianza epidemiologica delle epatiti virali in Italia indicano che, attualmente, i più importanti (ma tutti prevenibili) fattori di rischio nella popolazione generale sono, oltre all'uso di droghe per via endovenosa, i rapporti sessuali con più partner e i trattamenti medico-chirurgici ed estetici, quando non vengano utilizzati metodi efficaci di sterilizzazione e mantenimento degli strumenti. La trasmissione materno-fetale e l'allattamento sono modalità di contagio possibili, ma che si verificano raramente.

Consigli per il soggetto con infezione da HCV

Come proteggere gli altri: - Avere rapporti protetti, Se si ha più di un partner sessuale - Informare il personale sanitario (medici, odontoiatri, ecc.) della propria condizione - Non donare sangue  - Coprire bene eventuali ferite - Utilizzare solo per se stessi: rasoi, tagliaunghie, forbici e altro strumentario simile, pettini.

Smaltire in maniera appropriata gli aghi utilizzati. Molto spesso il soggetto con infezione da HCV, per paura di contagiare gli altri, modifica in maniera impropria e inutile la vita di relazione. Le autolimitazioni sono in gran parte inutili e servono solo a peggiorare la propria qualità di vita e quella delle persone vicine.

Esempi di comportamenti non pericolosi : Cucinare - Fare il bagno in piscina - Abbracciarsi - Darsi la mano - Ballare -


Naviga negli articoli
Precedente articolo Il virus dell'epatite B (HBV) Atresia biliare prossimo articolo

Rubriche

Chiamaci su Skype

Social Networks

Messaggi dal Guestbook

  • 20/11/2008  Sono Miriam di Milano  Sono Miriam di Milano vorrei dirvi ...
  • 7/9/2008  Luisa Casalnuovo (NA) - Italia -  Ho letto le vostre rubriche eccezionali e o visto le foto sui tifosi belle
  • 7/9/2008  Luisa Volla (NA) - Italia  Coplimenti un ottimo sito non è caotico ed è molto chiaro
  • 23/8/2008  Kya  X Angela
  • 16/8/2008  Jonny  Divertente
  • 15/8/2008  Sara - Napoli  Sotto Voce è molto interessante -
  • 13/8/2008  Sara  Salve leggo spesso con le mie amiche i vostri messaggi nella rubrica sotto voce
  • 13/8/2008  Celeste - Napoli -  Per Angela di Napoli
  • 13/8/2008  Popetta  Per Angela
  • 13/8/2008  Mary Bon  Ad Angela di Napoli


  • Visita

News più lette

Un articolo a caso

L’organismo umano contiene circa 3-4 g di ferro sotto forma di ferro emico Fe2+ (ione ferroso) e di ferro non-emico Fe3+ (ione ferrico). Per ferro emico si intende il ferro legato al gruppo eme delle proteine emoglobina e mioglobina, che ammonta al 75% del ferro totale presente nell’organismo (65% nell’emoglobina e 10% nella mioglobina).

News a caso

Articoli dalle Rubriche

Ultimi video inseriti

Video a caso