Menu principale

Categorie news

Contatore visite OGGI

Utenti online

16 utente(i) online
(2 utente(i) in Rubriche)

Login

Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Foto recenti

Meteo in Italia

La situazione:
Scegli la Provincia

Cerca nel Sito

Foto recenti

Foto a caso

Obama incontra i leader del web, presenti Steve Jobs e Mark Zuckerberg -
Juventus-Milan 2-0 -
Atelier Versace, atterra a Parigi una cyber-diva
A Praticò finiscila con questa corrente Lucio Petrella non si alza... dal letto
Mille Miglia: in gara la Porsche 'maledetta' di James Dean. E' la 550 Spider
Debutta Opel Mokka, nuova suv compatta
Solo il 68% delle donne ricorre alle fantasie sessuali contro il 71% degli uomini
I 4 dell'apocalisse: Riccardo, Vincenzo, Giuseppe, Nico
Il vero spreco, da sempre, non è delle cose. È nelle cose
La differenza tra l’amore e il sesso è che il sesso allevia le tensioni e l’amore le provoca
SmartSection is developed by The SmartFactory (http://www.smartfactory.ca), a division of INBOX Solutions (http://inboxinternational.com)
Rubriche > RUBRICA LEGALE > ARGOMENTO: REATI CONTRO LA PERSONA - La responsabilità civile ai rapporti tra privati
ARGOMENTO: REATI CONTRO LA PERSONA - La responsabilità civile ai rapporti tra privati
Articolo di Avv. Carlo Vitaliano pubblicato il 10/8/2014 (1333 Letture)
La responsabilità civile si riferisce ai rapporti tra privati (ad es. gestore del maneggio e visitatore, ecc.) e gli aspetti risarcitori che possono scaturire da eventi lesivi dell'integrità psico-fisica di terzi nonchè in caso di danneggiamento di cose e animali di terzi.



La responsabilità civile si riferisce ai rapporti tra privati (ad es. gestore del maneggio e visitatore, ecc.) e gli aspetti risarcitori che possono scaturire da eventi lesivi dell'integrità psico-fisica di terzi nonchè in caso didanneggiamento di cose e animali di terzi


Avv. Carlo Vitaliano


Nel caso riguardante l'attività equestre bisogna prendere in considerazione i seguenti articoli:



- l' art. 2050 c.c. il quale espressamente disciplina la "responsabilità per l'esercizio di attiviità pericolose";



- l'art. 2052 c.c. che invece stabilisce le regole in caso di "danno cagionato da animali".



ATTIVITA’ EQUESTRE: profili di “pericolosità” – Responsabilità ex art. 2050 c.c.



In linea di principio si può affermare che la giurisprudenza maggioritaria ritiene che l'attività di maneggio non possa considerarsi sempre pericolosa, ma può diventarla se ricorrano determinate circostanze.



La giurisprudenza di legittimità ha infatti più volte affermato che l'attività equestre potrà considerarsipericolosa solo quando è esercitata da principianti (Cass. civ. n.16637/08) o allievi giovanissimi e inesperti che non possiedono la capacità di controllo delle imprevedibili reazioni dell'animale (Cass. civ. n.12307/98).



Diversamente, è stato altresì sostenuto che tale attività non può essere considerata pericolosa quando viene svolta all'interno di un circolo ippico, alla presenza di un istruttore, con cavalli abituati e addestrati a essere montati da principianti su percorsi da loro conosciuti (Cass.civ. n.11861/98).



Pertanto, in via del tutto generale, possiamo affermare chel'attività di equitazione non costituisce "attività pericolosa" ex art. 2050 c.c. quando la pericolosità del mezzo "cavallo" è attenuata dalle misure di cautela (uso del casco o del kep ovvero idonea struttura del maneggio), dal cavaliere esperto, del capocolonna e dall'istruttore che a terra impartisce i vari ordini.



La qualifica di pericolosità o meno dell'attività di maneggio avrà delle implicazioni giuridiche pratiche di non poco conto.



Infatti se l'attività viene considerata "pericolosa", secondo l'art. 2050 c.c. il responsabile del maneggio potrà evitare la condanna soltanto provando di aver adottato tutte le misure necessarie ad evitare il danno.



In altre parole l’art. 2050 c.c. pone una presunzione di responsabilità a carico di chi esercita l'attività pericolosa, superabile solo nel caso venga fornita da questi la"prova positiva" di aver predisposto ogni misura idonea a prevenire l'evento dannoso, di modo che il comportamento del danneggiato o del terzo costituisca solo una causa concorrente al verificarsi dell'evento lesivo.



Viceversa, nel caso in esame, il danneggiato sarà assolutamente favorito sul piano probatorio in quanto ad egli spetterà di provare soltanto il nesso causale tra l'attività svolta e il danno subito.



RESPONSABILITA’ ex art. 2052 c.c. – Danno cagionato da animali.



Quando l’attività di maneggio non costituisce attività pericolosa, la responsabilità dell’esercente verrà valutata secondo quanto disposto dall’art. 2052 c.c.



La responsabilità di cui all’art. 2052 c.c. viene valutata in termini oggettivi, fondandosi non su un comportamento omissivo o commissivo del proprietario, ma esclusivamente sulla relazione intercorrente tra chi fa uso del cavallo e il cavallo stesso.



Sul piano probatorio, trattandosi di una presunzione diresponsabilità e non di una presunzione di colpa, il proprietario o chi si serve dell’animale dovrà fornire la prova positiva del  “caso fortuito” al fine di andare esente da responsabilità.  



Per caso fortuito si intende ogni fatto del terzo, colpa concorrente o esclusiva del danneggiato ed ogni fattore esternoimprevedibile o inevitabile – estraneo alla sfera soggettiva del proprietario o dell’utilizzatore -  che interrompe il nesso causale tra l’evento contestato e il danno subito.



Al danneggiato spetta esclusivamente la prova del nesso causale tra la caduta (o l’evento) e le lesioni subite.



Sono considerati responsabili ex art. 2050 c.c. il proprietario dell’animale o chi si serve dell’animale. Quest’ultimo è colui il quale trae dal cavallo il vantaggio economico dall’utilizzo del medesimo.



IPOTESI DI RESPONSABILITA’ PROFESSIONALE DELL’ISTRUTTORE



Tale ipotesi deve essere provata in concreto dal danneggiato.



In via del tutto generale, può ritenersi responsabile pernegligenza, imprudenza o imperizia l’istruttore che:



- facesse montare allievi senza kap (misure di sicurezza);



- facesse montare allievi con bardature difettose o utilizzasse attrezzature (ostacoli) eccessivamente usurate;



- facesse montare allievi inidonei alla capacità specifica raggiunta dall’allievo;



- portasse in passeggiata un allievo inesperto;



- facesse affrontare esercizi ad allievi non in grado di eseguirli;



- non facesse mantenere le necessarie distanze di sicurezza tra i cavalli;





COME SI FA



Genericamente, può proporre azione di risarcimentochiunque abbia subito un danno e/o lesioni derivanti dall’esercizio dell’attività di equitazione.



La domanda va proposta con citazione innanzi all’autorità giudiziaria competente per valore nel territorio ove si è verificato il danno.




Tuttavia si osserva che la responsabilità civile per attività equestre non potrà essere invocata qualora:




- a montare il cavallo fosse un esperto cavaliere;




- vi sia utilizzo del cavallo da parte del cavaliere in totale autonomia, senza la presenza di un istruttore;




- in caso di semplice noleggio del cavallo;




In ogni caso si consiglia vivamente ai circoli ippici e a tutte le organizzazioni che svolgano attività equestre di predisporre una “dichiarazione di esonero di responsabilità” possibilmente dietro consiglio di un avvocato esperto in materia.






CHI


responsabili che abbiano subito un azione risarcitoria, nonchè i danneggiati da tale attività possono rivolgersi ad unavvocato esperto in responsabilità civile materia equestre (o comunque specializzato in responsabilità civile).



Tuttavia si consiglia di riovolgersi ad un professionista che abbia un minimo di esperienza personale nell'ambito dell'equitazione. 



 



Naviga negli articoli
Precedente articolo Arriva Naspi: il nuovo assegno di disoccupazione. Ecco le novità ARGOMENTO: REATI CONTRO LA PERSONA - Diffamazione col mezzo della stampa prossimo articolo

Rubriche

Chiamaci su Skype

Social Networks

Messaggi dal Guestbook

  • 20/11/2008  Sono Miriam di Milano  Sono Miriam di Milano vorrei dirvi ...
  • 7/9/2008  Luisa Casalnuovo (NA) - Italia -  Ho letto le vostre rubriche eccezionali e o visto le foto sui tifosi belle
  • 7/9/2008  Luisa Volla (NA) - Italia  Coplimenti un ottimo sito non è caotico ed è molto chiaro
  • 23/8/2008  Kya  X Angela
  • 16/8/2008  Jonny  Divertente
  • 15/8/2008  Sara - Napoli  Sotto Voce è molto interessante -
  • 13/8/2008  Sara  Salve leggo spesso con le mie amiche i vostri messaggi nella rubrica sotto voce
  • 13/8/2008  Celeste - Napoli -  Per Angela di Napoli
  • 13/8/2008  Popetta  Per Angela
  • 13/8/2008  Mary Bon  Ad Angela di Napoli


  • Visita

News più lette

Un articolo a caso

HaitiIl tempo non esiste, è solo una dimensione dell'anima. Il passato non esiste in quanto non è più, il futuro non esiste in quanto deve ancora essere, e il presente è solo un istante inesistente di separazione tra passato e futuro. - Sant'Agostino

News a caso

Articoli dalle Rubriche

Ultimi video inseriti

Video a caso

James Last - Derek Watkins - ...
(Mon, 12-Sep-2011)
James Last - Derek Watkins - ...
O Mio Signore - Edoardo Viane...
(Tue, 15-Aug-2017)
O Mio Signore - Edoardo Viane...
Video TIR 2, le regole sempli...
(Sat, 07-Jan-2012)
Video TIR 2, le regole sempli...
JAMES LAST - Roll Rock 'n' Me...
(Mon, 12-Sep-2011)
JAMES LAST - Roll Rock 'n' Me...
Dalida - Ciao amore ciao
(Tue, 03-Apr-2012)
Dalida - Ciao amore ciao
Tutti i fumatori dovrebbero v...
(Thu, 04-Feb-2016)
Tutti i fumatori dovrebbero v...
Pancia fischiettante
(Wed, 09-Jul-2008)
Pancia fischiettante
Elvis Presley - Jailhouse Roc...
(Wed, 16-Mar-2016)
Elvis Presley - Jailhouse Roc...
Ricchi e Poveri - Mamma Maria...
(Fri, 07-Nov-2008)
Ricchi e Poveri - Mamma Maria...
OILI' OILA' [VIDEOCLIP UFFICI...
(Mon, 09-Feb-2015)
OILI' OILA' [VIDEOCLIP UFFICI...