Menu principale

Categorie news

Contatore visite OGGI

Utenti online

40 utente(i) online
(3 utente(i) in Rubriche)

Login

Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Foto recenti

Meteo in Italia

La situazione:
Scegli la Provincia

Cerca nel Sito

Foto recenti

Foto a caso

Monica Bellucci -
Il segretario del UDC di Volla (NA) Salvatore Guadagni
Le trasparenze del fashion show di Rio
Bus d'altri tempi a Roma
A Londra si rinnova il tradizionale appuntamento con il gay e lesbiche
Madonna nuda vale 10mila dollari. Una sua foto all'asta
Una bella donna piace agli occhi, una buona piace al cuore
Ti amo. Tre secondi per dirlo. Tre ore per spiegarlo. E una vita intera per provarlo
Il mio papà Vincenzo
Napoli - Sorrento
SmartSection is developed by The SmartFactory (http://www.smartfactory.ca), a division of INBOX Solutions (http://inboxinternational.com)
Rubriche > RUBRICA LEGALE > A S S E G N I NON PAGATI : INFORMAZIONI - PROTESTO DELL’ASSEGNO - SANZIONI AMMINISTRATIVE -
A S S E G N I NON PAGATI : INFORMAZIONI - PROTESTO DELL’ASSEGNO - SANZIONI AMMINISTRATIVE -
Articolo di Avv. Carlo Vitaliano pubblicato il 14/3/2009 (5277 Letture)
Se un assegno viene firmato e non ha la copertura finanziaria nel conto corrente al momento della presentazione per l’incasso si verificano queste conseguenze: 1. PROTESTO DELL’ASSEGNO iscritto nel Registro Nazionale dei Protesti pubblicato dalle Camere di Commercio. 2. SANZIONI AMMINISTRATIVE stabilite dalla legge n. 386/1990 e successive modificazioni. 3. C.A.I. – Centrale di allarme interbancaria – iscrizione del nominativo del correntista da parte della Banca d’Italia.


BancaIl protesto è stato levato, ed anche se l’assegno viene poi pagato, la legge 235/2000non prevede la possibilità di ottenere la cancellazione del protesto per cui il nominativo del correntista verrà comunque pubblicato nel Registro nazionale dei protesti, consultabile da chiunque.

Solo nei seguenti tre casi:

1. il correntista ritiene di essere stato protestato Avv. Carlo Vitalianoillegittimamente/erroneamente (i motivi, in questo caso, sono diversi dalla sola mancanza di fondi);

2. l’ufficio postale che ha richiesto il protesto si accorge di aver commesso un errore;

3. il pubblico ufficiale che ha levato il protesto si accorge di averlo levato illegittimamente o erroneamente; la legge 235/2000 dà la possibilità ai soggetti sopraindicati di presentare domanda di cancellazione del protesto, al Presidente della Camera di Commercio della provincia dove è stato levato il protesto, allegando i documenti che provano la illegittimità/erroneità del protesto.

COSA SI PUO’ FARE DOPO IL PROTESTO

Si può ottenere la riabilitazione dopo il pagamento dell’assegno a condizione che sia trascorso un anno dalla data del protesto e che non ci siano altri protesti nell’ultimo anno solare. (Esempio: un protesto del 13/06/2008 si potrà riabilitare dopo il 13/06/2009, se non ci saranno altri protesti in questo anno e dimostrando in Tribunale l’avvenuto pagamento).

Per la riabilitazione dei protesti levati occorre presentare domanda al Tribunale e per la successiva cancellazione occorre rivolgersi alla Camera di Commercio – ufficio protesti.

SANZIONI AMMINISTRATIVE PER GLI ASSEGNI

La sanzione amministrativa è prevista dalla legge 386/1990, art. 1 e 2 (come modificata dal Dlgs 507/99) ed è stata introdotta dopo la depenalizzazione del reato di assegno a vuoto.

E’ PREVISTO IL SEGUENTE ITER:

1. per gli assegni protestati per difetto di provvista (ex mancanza di fondi) , l’ufficiale che ha levato il protesto, dopo 60 giorni dalla levata, invia alla Prefettura della provincia dove è stato levato il protesto l’elenco dei nominativi che non hanno pagato l’assegno;

2. per gli assegni protestati per motivi diversi da quello sopraindicato, l’ufficiale levatore invia subito il rispettivo elenco alla Prefettura.

3. la Prefettura applica la sanzione pecuniaria e provvede a segnalare i nominativi e le relative sanzioni applicate alla Banca d’Italia, che li inserisce nelle rispettive sezioni del C.A.I. (Centrale di allarme interbancaria)



SE UN ASSEGNO E’ STATO PROTESTATO PER DIFETTO DI PROVVISTA e SE SI PAGA L’ASSEGNO ENTRO 60 GIORNI DALLA LEVATA DEL PROTESTO la sanzione pecuniaria può essere bloccata.

Per bloccare la sanzione: Occorre rivolgersi all’ufficiale che ha levato il protesto, dimostrando, entro 60 giorni dalla data del protesto, che l’assegno è stato pagato. Prima della pubblicazione del protesto nel Registro Nazionale tenuto dalle Camere di Commercio occorre rivolgersi all’Ufficio, Banca o Posta, per conoscere il nominativo dell’ufficiale che ha levato il protesto, mentre dopo che la pubblicazione è avvenuta ci si può rivolgere anche presso qualsiasi Camera di Commercio.

Se l’assegno protestato per difetto di provvista viene pagato entro i 60 giorni ma non è stato avvisato l’ufficiale levatore, allora ci si deve rivolgere direttamente alla Prefettura della provincia dove è stato levato il protesto per chiedere informazioni.

Se l’assegno non pagato non viene protestato, occorre ugualmente rivolgersi all’Ufficio, Banca o Posta, dove è aperto il conto corrente per informarsi e bloccare le sanzioni amministrative e la pubblicazione nel CAI: esse possono infatti avvenire anche indipendentemente dal protesto.

In ogni caso, per chiarire dubbi o ricevere informazioni, presso ogni Prefettura c’è un ufficio che si occupa delle sanzioni amministrative della legge 386/90. E’ competente la Prefettura del luogo dove è stato levato il protesto.



avv.vitaliano@virgilio.it


Naviga negli articoli
Precedente articolo FUMO: DIFFIDATE DAI RISARCIMENTI FACILI Cos'è un atto di precetto - Cos'è un decreto ingiuntivo - Il pignoramento dei beni - prossimo articolo

Rubriche

Chiamaci su Skype

Social Networks

Messaggi dal Guestbook

  • 20/11/2008  Sono Miriam di Milano  Sono Miriam di Milano vorrei dirvi ...
  • 7/9/2008  Luisa Casalnuovo (NA) - Italia -  Ho letto le vostre rubriche eccezionali e o visto le foto sui tifosi belle
  • 7/9/2008  Luisa Volla (NA) - Italia  Coplimenti un ottimo sito non è caotico ed è molto chiaro
  • 23/8/2008  Kya  X Angela
  • 16/8/2008  Jonny  Divertente
  • 15/8/2008  Sara - Napoli  Sotto Voce è molto interessante -
  • 13/8/2008  Sara  Salve leggo spesso con le mie amiche i vostri messaggi nella rubrica sotto voce
  • 13/8/2008  Celeste - Napoli -  Per Angela di Napoli
  • 13/8/2008  Popetta  Per Angela
  • 13/8/2008  Mary Bon  Ad Angela di Napoli


  • Visita

News più lette

Un articolo a caso

L’artrite è una malattia autoimmune che si manifesta con infiammazione e dolore alle articolazioni. Il termine osteoartrosi si applica in particolare alla degenerazione da eccessiva usura della cartilagine articolare, sebbene si verifichino anche progressive modificazioni del tessuto osseo sottostante (osso subcondrale).

News a caso

Articoli dalle Rubriche

Ultimi video inseriti

Video a caso

Telecamera nascosta: La sposa...
(Thu, 04-Aug-2011)
Telecamera nascosta: La sposa...
Gli Orrori del Comunismo, 2° ...
(Sun, 08-Jul-2018)
Gli Orrori del Comunismo, 2° ...
PAUL ANKA - DIANA HD
(Mon, 26-Feb-2018)
PAUL ANKA - DIANA HD
Most Watch Scary Pranks TOP 2...
(Tue, 07-Apr-2015)
Most Watch Scary Pranks TOP 2...
Mi Secretaria HIT
(Tue, 01-Nov-2011)
Mi Secretaria HIT
Avanti Popolo - Bandiera Ross...
(Tue, 11-Feb-2014)
Avanti Popolo - Bandiera Ross...
rapinatori a volla
(Fri, 07-Nov-2008)
rapinatori a volla
VIDEO CENSURATO IN ITALIA - D...
(Sun, 27-Nov-2011)
VIDEO CENSURATO IN ITALIA - D...
Imagine
(Thu, 03-Jul-2008)
Imagine
Dimensione Notizia - Anno 2 n...
(Tue, 29-Jun-2010)
Dimensione Notizia - Anno 2 n...