Menu principale

Categorie news

Contatore visite OGGI

Utenti online

27 utente(i) online
(2 utente(i) in Rubriche)

Login

Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Foto recenti

Meteo in Italia

La situazione:
Scegli la Provincia

Cerca nel Sito

Foto recenti

Foto a caso

Marek Hamsik -
Foto: Le signore riscoprono le calze. Riecco le calze, coprenti e in pizzo -
Tra i ghiacci del Sud, sfida per il Polo. Anteprima europea a Genova, documenti sulla gara Amundsen-
Il Lussemburgo e le sue nozze da favola, tra il principe Guglielmo e Stephanie
Sin dall’Ottocento il termine “ricottaro” indica lo sfruttatore di prostitute
Chiede rimborso per vibratore, consigliera regionale del Pd
Il bello di essere single
Che ne sai della vita se non hai mai lavorato...
Giuseppe - Venezia 1977
Torneo HOTEL SAMMARTINO - IS
SmartSection is developed by The SmartFactory (http://www.smartfactory.ca), a division of INBOX Solutions (http://inboxinternational.com)
Rubriche > SOTTO VOCE > Mi colpì molto la sua pelle olivastra ed i suoi caratteri molto fini del viso che nascondevano il suo essere uomo
Mi colpì molto la sua pelle olivastra ed i suoi caratteri molto fini del viso che nascondevano il suo essere uomo
Articolo di Anonimi pubblicato il 10/7/2011 (1756 Letture)
Sono un trentenne professionista contento della vita colla mia ragazza, ma affascinato da questo mondo trans. Non avevo mai avuto diciamo il coraggio di farmi avanti con una "donna" del genere, finchè una sera a milano, stanco della solita cena in solitario mi misi in macchina a fare un giro di perlustrazione.


un4Mi piacciono molto le more ma in giro solo finte bionde e rosse finchè vedo una dai capelli lunghi e neri vestita con una mini nera ed un giubbotto di pelle. Mi accosto e lei subito si avvicina. Mi colpì molto la sua pelle olivastra ed i suoi caratteri molto fini del viso che nascondevano il suo essere uomo. Sale in macchina ed io molto imbarazzato mi faccio guidare. Sasha era cubana e mi conduce a casa sua. Due vani molto ben arredati. Le confesso che non ero mai stato con un essere come lei. Mi sorride e mi conforta.



Togliendosi il giubbotto scopre un seno bellissimo che ammiro assieme alle sue gambe lunghe e liscie. Sono molto imbarazzato e non riesco a fermare le sue mani che iniziano a frugare nella mia camicia levandomela in un baleno. Inizia a baciarmi sul collo e colle mani scende subito sul mio sesso che è davvero duro.



Sono di sasso e lei accorgendosi di ciò si mette a ridere dicendomi: "Farò tutto io". E lo fa veramente. Si le va le mutande, mi butta sul divano e sale a cavalcioni su di me arriva all'altezza del mio viso emi trovo di fronte un bel bastone scuro.



Come un automa mi trovo... e lei con dei colpi possenti me lo infila fino in gola. Sono molti i conati di vomito che ho ma mi tiene la testa tra le mani e mi rovo vicino agi occhi il ciuffetto del suo inguine. All'improvviso lascia libera la mia bocca e scende baciandomi tutto il corpo finchè si metta in bocca il mio.



Come un ragazzino vengo, lei tra la delusa e l'incazzata mi infila un dito nell' ano che mi fa un male boia causa le sue unghie e mi dice: "io ancora non mi sono divertita". Tremo a pensare a quello che succederà ma come in tranche non riesco a muovermi, mentre lei allarga le mie gambe e si posizione di fronte a me.



Vedo il suo corpo dal viso al suo... tutto eretto che poggia contro le mie palle e mi struscia; vedi dice "ora sei mio". Sono di sasso ma mentre la supplico di non farlo con decisione ma delicatezza vedo sparire il suo organo.



Sento come qualcosa che mi riempie le viscere, non so esprimere se fastidio dolore o goduria ma mi è entrata tutta dentro e si ferme.



Si china sul mio collo mi morde l'orecchio e mi sussurra. "Ora ti scopo io".



Provo a di vincolarmi ma lei inizia a spingere su e giu piano ma con forza e... mi piace da pazzi.



Sono in tranche e non capisco cosa mi stia facendo ma vedo i suoi ochi chiusi e la sua lingua che scorre sulle sue labbra. Afferro il suo seno e stringo le mie cosce attorno ai suo fianchi.



Mi sento sfondato ma mi piace.



All'improvviso mi sento svuotato.



Mi fa lavare e mi mette alla porta dicendomi: "non voglio niente da te mi basta averti sverginato"



Mi da un bacio e chiude la porta. Salgo in auto, mi siedo e sento molto fastidio al contatto col sedile, ma mi sforzo a non pensare a quanto ho fatto.



N.B. La posta della rubrica " Sotto Voce " viene pubblicata integralmente, senza correzioni ne tagli, cestinando solo le storie ritenute troppo forti o di contenuto volgare. 





Naviga negli articoli
Precedente articolo Da più di un mese abbiamo iniziato questi rapporti notturni, clandestini, io sono sposata non dovremmo Fin da quando l'aveva vista la prima volta, aveva sempre osservato furtivamente le sue gambe e tette ma ero piccolo prossimo articolo

Rubriche

Chiamaci su Skype

Social Networks

Messaggi dal Guestbook

  • 20/11/2008  Sono Miriam di Milano  Sono Miriam di Milano vorrei dirvi ...
  • 7/9/2008  Luisa Casalnuovo (NA) - Italia -  Ho letto le vostre rubriche eccezionali e o visto le foto sui tifosi belle
  • 7/9/2008  Luisa Volla (NA) - Italia  Coplimenti un ottimo sito non è caotico ed è molto chiaro
  • 23/8/2008  Kya  X Angela
  • 16/8/2008  Jonny  Divertente
  • 15/8/2008  Sara - Napoli  Sotto Voce è molto interessante -
  • 13/8/2008  Sara  Salve leggo spesso con le mie amiche i vostri messaggi nella rubrica sotto voce
  • 13/8/2008  Celeste - Napoli -  Per Angela di Napoli
  • 13/8/2008  Popetta  Per Angela
  • 13/8/2008  Mary Bon  Ad Angela di Napoli


  • Visita

News più lette

Un articolo a caso

gif101Se di certi politicanti non si è mai visto il ridicolo, vuol dire che non lo si è cercato bene - Chi cerca di parere originale, se non sempre vi riesce, è sicuro per lo meno di riuscire ridicolo - Il ridicolo disonora più del disonore - Niente ci rende più ridicoli degli sforzi che facciamo per non sembrarlo.

News a caso

Articoli dalle Rubriche

Ultimi video inseriti

Video a caso