Menu principale

Categorie news

Contatore visite OGGI

Utenti online

76 utente(i) online
(5 utente(i) in Rubriche)

Login

Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Foto recenti

Meteo in Italia

La situazione:
Scegli la Provincia

Cerca nel Sito

Foto recenti

Foto a caso

Quando lo spot fa scandalo
Nina Zilli, ero innamorata pazza di Celentano
Madonna nuda vale 10mila dollari. Una sua foto all'asta
HOTEL SAMMARTINO - AGNONE - IS -
Agnone in festa: Coloro che vivono d'amore, vivono d'eterno
L'amore è per i coraggiosi, tutto il resto è coppia
8 Marzo è diventata per moltissime donne la festa delle "Zoccole"
Perdona sempre i tuoi nemici. Nulla li fa arrabbiare di più
Cosa parli, cosa scrivi se non hai mai lavorato?
I migranti sono i nuovi ebrei. “L'antisemitismo è padre di tutti i razzismi”
SmartSection is developed by The SmartFactory (http://www.smartfactory.ca), a division of INBOX Solutions (http://inboxinternational.com)
Rubriche > DIALOGO CON L'EDITORE > 25 aprile 2018, perché è la festa della Liberazione
25 aprile 2018, perché è la festa della Liberazione
Articolo di Giuseppe Piccolo pubblicato il 25/4/2021 (604 Letture)
Il 25 aprile, giorno di festa nazionale in cui si celebra l'anniversario della Liberazione dell'Italia dal nazifascismo per ricordare quel momento storico in cui le truppe alleate anglo-americane, con il fondamentale contributo della Resistenza partigiana riuscirono ad allontanare dal nostro Paese le forze di occupazione naziste e a rovesciare il governo fascista della Repubblica Sociale italiana, mettendo fine a venti anni di dittatura e cinque di guerra. E' una data fondamentale nella storia della Repubblica italiana e ha un doppio significato simbolico: la vittoria militare degli alleati nella seconda guerra mondiale e la vittoria della Resistenza militare e politica dei partigiani nella guerra civile contro il fascismo.

Tris


LA STORIA - Il 25 aprile 1945 è il giorno in cui il Comitato di Liberazione Nazionale Alta Italia (CLNAI) - con sede a Milano e presieduto tra gli altri dal settimo presidente della Repubblica, Sandro Pertini -  esortarono il popolo italiano dei territori del nord-Italia ancora occupati a insorgerecontro le forze nazifasciste. L'invito era quello di assaltare i presidi nazifascisti del Nord e imporre la resa ancora prima dell'arrivo delle forze alleate al grido di "arrendersi o perire". In quei giorni poi, il CLNAI emanò alcuni decreti legislativi assumendo il potere "in nome del popolo italiano" e condannando a morte Benito Mussolini e tutti i gerarchi fascisti.




Entro il primo maggio tutte le principali città dell'Italia settentrionale furono liberate: Bologna il 21, Genova il 23 e Venezia il 28 aprile. la datadel 25 aprile è stata scelta per il suo significato simbolico di culmine della lotta armata della Resistenza partigiana e l'effettiva presa del potere da parte dei suoi rappresentanti che condurrà prima al referendum del 2 giugno 1946 per la scelta fra monarchia e repubblica (in occasione del quale votarono per la prima volta le donne) e poi alla nascita della Repubblica Italiana, fino alla stesura della Costituzione. Il termine effettivo della guerra in Italia si ebbe però solo il 3 maggio con la resa definitiva delle forze nazifasciste durante la cosiddetta resa di Caserta del 29 aprile 1945.




LA FESTA NAZIONALE -
Inizialmente, a proporre che il 25 aprile divenisse una festa nazionale fu il presidente del Consiglio Alcide De Gasperi, anche a istituirla fu l'allora luogotenente del Regno d'Italia, ilprincipe Umberto II, che il 22 aprile 1946 emanò un decreto legislativo in cui si leggeva: "A celebrazione della totale liberazione del territorio italiano, il 25 aprile 1946 è dichiarato festa nazionale". Il 25 aprile divenne festa della Repubblica il 27 maggio 1949, con la legge 260. Da allora ogni anno, in tutte le città italiane - specialmente in quelle decorate al valor militare per la Resistenza - si tengono eventi e manifestazioni pubbliche per commemorare la ricorrenza, tra i quali spicca il solenne omaggio del presidente della Repubblica Italiana e delle massime cariche dello Stato al sacello del Milite Ignoto.




 


Naviga negli articoli
Differenza tra Re e Imperatore prossimo articolo

Rubriche

Chiamaci su Skype

Social Networks

Messaggi dal Guestbook

  • 20/11/2008  Sono Miriam di Milano  Sono Miriam di Milano vorrei dirvi ...
  • 7/9/2008  Luisa Casalnuovo (NA) - Italia -  Ho letto le vostre rubriche eccezionali e o visto le foto sui tifosi belle
  • 7/9/2008  Luisa Volla (NA) - Italia  Coplimenti un ottimo sito non è caotico ed è molto chiaro
  • 23/8/2008  Kya  X Angela
  • 16/8/2008  Jonny  Divertente
  • 15/8/2008  Sara - Napoli  Sotto Voce è molto interessante -
  • 13/8/2008  Sara  Salve leggo spesso con le mie amiche i vostri messaggi nella rubrica sotto voce
  • 13/8/2008  Celeste - Napoli -  Per Angela di Napoli
  • 13/8/2008  Popetta  Per Angela
  • 13/8/2008  Mary Bon  Ad Angela di Napoli


  • Visita

News più lette

Un articolo a caso

Ho spostato i mobili mille volte prima di trovare un ordine preciso. Ho cambiato casa, le mie finestre stanno sempre più o meno chiuse, sono discret@, volo basso, latito rispetto a qualunque invito arrivi dal mondo esterno. Concretamente, diciamolo, ho paura. Da quando ho chiesto la separazione e ho provato a ricominciare le mie giornate sono state molto complicate. Ogni mattina mi sono sforzato di respirare e trovare un punto di equilibrio, poi c’era il lavoro, qualche amic@, se non riuscivo a stare sola la sera invitavo una persona con cui andare a letto. A volte solo per dormire abbracciati, per scacciare la paura, la vergogna, a volte il senso di colpa.

News a caso

Articoli dalle Rubriche

Ultimi video inseriti

Video a caso