Menu principale

Categorie news

Contatore visite OGGI

Utenti online

28 utente(i) online
(3 utente(i) in Rubriche)

Login

Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Foto recenti

Meteo in Italia

La situazione:
Scegli la Provincia

Cerca nel Sito

Foto recenti

Foto a caso

Monica Bellucci e Raul Bova
Firenze: a 'Pitti Bimbo', Fiona May e Lavinia Biagiotti -
Donazioni per il Giappone anche a Herat, in Afghanistan -
La Arcuri 'beccata' al mare
Quarantacinque anni fa l'alluvione di Firenze 1966
Tutti al mare, per dimenticare l'afa che attanaglia le città italiane
 La Bella d'Italia all' HOTEL SAMMARTINO il 17.03.2013 - Agnone - IS -
Marianna Madia - Ministro della Pubblica Amministrazione e della Semplificazione
Foto storiche
LA VITA E' UN BRIVIDO CHE VOLA VIA…
SmartSection is developed by The SmartFactory (http://www.smartfactory.ca), a division of INBOX Solutions (http://inboxinternational.com)
Rubriche > RUBRICA MEDICA > CARDIOLOGIA > Si definisce morte improvvisa cardiaca quella morte che si verifica in modo istantaneo
Si definisce morte improvvisa cardiaca quella morte che si verifica in modo istantaneo
Articolo di Lucia Fiorello pubblicato il 4/11/2012 (1932 Letture)
gifanimtLa causa più frequente di morte improvvisa nella nostra popolazione è la malattia delle arterie coronarie. Si definisce morte improvvisa cardiaca quella morte che si verifica in modo istantaneo, in apparente assenza di qualsiasi sintomo, o comunque entro un'ora dalla comparsa di sintomi riferibili al cuore (dolore toracico, dispnea, ecc..)

morte_improvvisa 

Morte improvvisa


Cause



La morte improvvisa è nella maggior parte dei casi causata da un’aritmia cardiaca grave, più spesso da una fibrillazione ventricolare, in molti casi preceduta da una tachicardia ventricolare. Meno frequentemente, il meccanismo è rappresentato da una bradiaritmia(asistolia). I pazienti interessati da arresto cardiaco da fibrillazione ventricolare o asistolia, se soccorsi in tempo con manovre rianimatorie ed interventi appropriati (in primis, defibrillazione ventricolare con shock elettrico) possono essere salvati. In questi casi si dice che essi sono stati “risuscitati” da una morte improvvisa. La causa più frequente di morte improvvisa nella nostra popolazione è la malattia delle arterie coronarie.



La morte improvvisa è la principale preoccupazione e causa di morte in alcuni gruppi di pazienti che presentano un cuore strutturalmente sano (vale a dire normale per quanto riguarda la funzione contrattile e il circolo coronarico), ma hanno alterazioni, per lo più congenite, dell’attività elettrica del cuore, che li predispone a sviluppare tachiaritmie ventricolari ed arresto cardiaco. Tra queste vi sono, in particolare, la cosiddetta sindrome del QT lungo e la sindrome di Brugada.


Cura



Nei pazienti resuscitati da un arresto cardiaco da fibrillazione/tachicardia ventricolare è quasi sempre indicato l’impianto di un defibrillatore automatico, in grado di riconoscere e risolvere con uno shock elettrico l’eventuale ricorrenza dell’aritmia potenzialmente fatale. Infatti, le terapie farmacologiche si sono rivelate, in genere, non idonee a prevenire la ricorrenza di arresto cardiaco. Nei pazienti affetti dalle diverse patologie cardiache associate ad un aumento del rischio di morte improvvisa, inoltre, vi sono prescrizioni per chi, pur non avendo mai avuto un arresto cardiaco, presentano una probabilità di morte improvvisa piuttosto alta (prevenzione primaria). L’uso di beta-bloccanti ha comunque ridotto il rischio di morte improvvisa in alcune delle popolazioni di pazienti a rischio di morte improvvisa (in particolare, quelli colpiti da infarto miocardico e quelli con sindrome del QT lungo).



Nei pazienti nei quali un arresto cardiaco è stato determinato da una asistolia, l’impianto di pacemker è il trattamento definitivo. Molti dei pazienti che hanno arresto cardiaco asistolico, tuttavia, sono pazienti compromessi, con marcata alterazione della funzione contrattile cardiaca e con un’elevata probabilità di morte per scompenso cardiaco progressivo o anche per il sopravvenire di tachicaritmie ventricolari (per cui necessitano di un defibrillatore automatico). La campagna di sensibilizzazione relativa alla prevenzione delle malattie cardiovascolari e l’educazione della popolazione a rivolgersi immediatamente ad un medico (o meglio ad un Pronto Soccorso) in caso di dolore toracico improvviso, compatibile con quello di un infarto sono gli elementi su cui si dovrebbe puntare principalmente per ottenere una riduzione dell’incidenza di morte improvvisa. L’ampia distribuzione sul territorio (in particolare in aree ad elevata densità di persone) di defibrillatori automatici esterni di facile utilizzazione potrebbe contribuire a salvare un numero significativo delle persone colpite improvvisamente da arresto cardiaco fuori dall’ospedale durante la normale vita giornaliera.


Naviga negli articoli
Attacco ischemico transitorio (TIA) prossimo articolo

Rubriche

Chiamaci su Skype

Social Networks

Messaggi dal Guestbook

  • 20/11/2008  Sono Miriam di Milano  Sono Miriam di Milano vorrei dirvi ...
  • 7/9/2008  Luisa Casalnuovo (NA) - Italia -  Ho letto le vostre rubriche eccezionali e o visto le foto sui tifosi belle
  • 7/9/2008  Luisa Volla (NA) - Italia  Coplimenti un ottimo sito non è caotico ed è molto chiaro
  • 23/8/2008  Kya  X Angela
  • 16/8/2008  Jonny  Divertente
  • 15/8/2008  Sara - Napoli  Sotto Voce è molto interessante -
  • 13/8/2008  Sara  Salve leggo spesso con le mie amiche i vostri messaggi nella rubrica sotto voce
  • 13/8/2008  Celeste - Napoli -  Per Angela di Napoli
  • 13/8/2008  Popetta  Per Angela
  • 13/8/2008  Mary Bon  Ad Angela di Napoli


  • Visita

News più lette

Un articolo a caso

NUDI come Adamo ed Eva nell'Eden o coperti di costumi che ormai più che nascondere enfatizzano le forme, le esaltano, le velano di ammiccanti trasparenze? La distanza fra comune senso del pudore e mancanze al medesimo è, appunto, a volte un velo, un lembo, anche piccolissimo, di stoffa. 50 denunce a luglio in Toscana, la replica dei naturisti. Sul tema è di nuovo polemica.

News a caso

Articoli dalle Rubriche

Ultimi video inseriti

Video a caso