Menu principale

Categorie news

Contatore visite OGGI

Utenti online

24 utente(i) online
(1 utente(i) in Rubriche)

Login

Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Foto recenti

Meteo in Italia

La situazione:
Scegli la Provincia

Cerca nel Sito

Foto recenti

Foto a caso

C'e' di tutto anche tanto sesso e pornostar nella campagna elettorale web dei politici catalani -
Monica Bellucci -
 La Bella d'Italia all' HOTEL SAMMARTINO il 17.03.2013 - Agnone - IS -
Una bella donna piace agli occhi, una buona piace al cuore
Sono nato senza volerlo, morirò senza volerlo, fatemi vivere come voglio !
Calendario 2014 - Marika Fruscio
Raffaella e Vincenzo 1970
L'erotismo a fumetti sbarca a Milano con le pin-up sexy
Ogni donna la sua fortuna non sone le gambe ma fra le gambe
Il razzismo è sinonimo d'imbecillità !
SmartSection is developed by The SmartFactory (http://www.smartfactory.ca), a division of INBOX Solutions (http://inboxinternational.com)
Rubriche > RUBRICA MEDICA > CARDIOLOGIA > Infarto del miocardio
Infarto del miocardio
Articolo di Luca Fiorello pubblicato il 4/11/2012 (1443 Letture)
gifstellareL'infarto del miocardio è una sindrome che pur avendo origine nelle arterie del cuore (coronarie) danneggia il muscolo del cuore (miocardio) determinando la morte (necrosi) di una parte delle sue cellule.


infarto_miocardioCause



L’infarto del miocardio è causato dall'occlusione di una delle arterie che nutrono il muscolo del cuore (coronarie). L’ostruzione è dovuta alle placche aterosclerotiche costituite principalmente da sostanze grasse, in prevalenza colesterolo, e da grumi di sangue (trombi) che, in determinate condizioni si formano su queste placche. Mano a mano che le arterie riducono il loro calibro si riduce l'apporto di sangue e di ossigeno al miocardio. Se il flusso di sangue non viene rapidamente ripristinato, quando un vaso coronarico si ostruisce completamente, una parte di muscolo cardiaco non riceve più sangue e quindi muore, trasformandosi in “una cicatrice” di tessuto fibroso, non contrattile.


Sintomi



Alcuni infarti cardiaci non provocano dolore e vengono scoperti solo dopo aver effettuato unelettrocardiogramma. Questi sono i cosiddetti infarti silenti che si verificano con maggiore frequenza negli anziani e nei pazienti affetti da diabete.



Più comunemente, l'infarto inizia a riposo, con un intenso dolore toracico al centro del petto. Il dolore può irradiarsi al braccio ed al polso sinistro, al collo o alla mandibola. Il sintomo dura più di venti - trenta minuti e non si calma cambiando la posizione del corpo o con l’assunzione di comuni antidolorifici. A volte i pazienti avvertono anche altri sintomi come sudorazione abbondante o affanno. Quando il dolore è localizzato a livello della bocca dello stomaco (epigastrio) ed è accompagnato da nausea è molto facile confondere il quadro con quello di un dolore gastrico, con “un’indigestione”. In altri casi il paziente può improvvisamente perdere conoscenza e cadere in terra.


Diagnosi e cura



La diagnosi di infarto si basa, oltre che sul quadro clinico, sul aspetto dell'elettrocardiogramma che presenta delle tipiche alterazioni e sull’aumento della concentrazione di alcune sostanze (enzimi) che vengono liberate nel sangue dal muscolo cardiaco danneggiato e che possiamo dosare nel sangue (troponina, mioglobina, CPK-MB). Ulteriori indagini diagnostiche possono includere l’ecocardiografia e la coronarografia.



L’elemento più importante nella terapia dell’infarto è il tempo; il paziente deve arrivare prima possibile in pronto soccorso. Gli Autori americani dicono “il tempo e muscolo”; più rapidamente si fa diagnosi e si arriva alla cura adatta, più muscolo cardiaco avremmo salvato. Diventa ancora più facile capire perche il tempo è cosi importante nella terapia dell’infarto se teniamo presente che le sue più pericolose complicanze avvengono nei primi minuti dall’insorgenza.



Una volta in ospedale il paziente riceve farmaci specifici (morfina, beta-bloccanti, antiaritmici, antiaggreganti, ecc) e si ha la possibilità di eseguire in emergenza la coronarografia ed eventualmente, seduta stante, l’angioplastica coronarica (dilatazione con palloncino dell’arteria ristretta) con posizionamento di stent nella coronaria coinvolta. In molti casi, i pazienti vengono sedati, intubati e ventilati per ridurre al massimo il lavoro del cuore e di stabilizzare le condizioni del circolo in attesa di eseguire la coronarografia, o dopo l’angioplastica stessa.



In alcuni casi (fortunatamente rari), la dove non vi fosse la possibilità di “aprire” con il palloncino le arterie danneggiate si può sottoporre il paziente, in emergenza, ad intervento chirurgico di bypass aorto-coronarico (confezionamento con pezzi di arterie o vene del paziente di ponti, per portare il sangue al di là del punto di restringimento coronarico).

La degenza ospedaliera varia in base al tipo di terapia eseguita (angioplastica, intervento di bypass aorto-coronarico), alle condizioni generali del paziente, all’entità del danno causato dall’infarto e al manifestarsi di complicazioni.



Attualmente, in molti centri, prima di essere dimesso, il paziente viene arruolato in un programma di riabilitazione cardiaca. Durante questo periodo, sotto stretto controllo specialistico si aumenta gradualmente l’intensità dell’attività fisica e si inizia il controllo dei fattori di rischio cardiovascolare. Si inizia quello che si chiama  “prevenzione secondaria” dell’infarto. In questo senso l’identificazione e la cura dei fattori di rischio cardiovascolare (ipertensione arteriosa, ipercolesterolemia, fumo, diabete, sovrappeso) diventa estremamente importante nella lotta contro la recidiva di un evento vascolare. Alcuni fattori di rischio cardiovascolare possono essere controllati con il solo cambio dello stile di vita (smettere di fumare, fare attività fisica, mangiare sano, ecc). In altri casi c’è bisogno di una terapia medica (farmaci per la cura dell’ipertensione arteriosa, per abbassare il colesterolo, per il controllo del diabete mellito, farmaci antiaggreganti, ecc).



Nell’arco di poco tempo, il paziente ritorna alla vita normale, fortemente incoraggiato nel controllare i fattori di rischio cardiovascolare, nell’assumere una dieta sana, nel controllo del peso corporeo e nel praticare regolarmente attività fisica.


Naviga negli articoli
Precedente articolo Palpitazioni - aritmie. Che cosa sono le palpitazioni? Ipertensione: una dieta ad alto contenuto di zucchero aumenta la disfunzione cardiaca prossimo articolo

Rubriche

Chiamaci su Skype

Social Networks

Messaggi dal Guestbook

  • 20/11/2008  Sono Miriam di Milano  Sono Miriam di Milano vorrei dirvi ...
  • 7/9/2008  Luisa Casalnuovo (NA) - Italia -  Ho letto le vostre rubriche eccezionali e o visto le foto sui tifosi belle
  • 7/9/2008  Luisa Volla (NA) - Italia  Coplimenti un ottimo sito non è caotico ed è molto chiaro
  • 23/8/2008  Kya  X Angela
  • 16/8/2008  Jonny  Divertente
  • 15/8/2008  Sara - Napoli  Sotto Voce è molto interessante -
  • 13/8/2008  Sara  Salve leggo spesso con le mie amiche i vostri messaggi nella rubrica sotto voce
  • 13/8/2008  Celeste - Napoli -  Per Angela di Napoli
  • 13/8/2008  Popetta  Per Angela
  • 13/8/2008  Mary Bon  Ad Angela di Napoli


  • Visita

News più lette

Un articolo a caso

Gentile esperto, per l'inaugurazione della mia casa, onde evitare innumerevoli inviti difficili da organizzare e costosi (non posso permettermelo) ho organizzato una grigliata invitando tanti amici e conoscenti per fare così, una serata insieme e far vedere così la casa a tutti, ora ho alcune perplessità  a riguardo. 1) Qualcuno non ha accettato l'invito per motivazioni variate (talvolta irrisorie)... che devo fare con questi... tipo loro hanno detto ci sarà altra occasione... ma io che devo fare?!  Invitarli poi, per una cena a parte e trovarmi punto e a capo?! 2) Qualcuno invece non ha ancora risposto e dato conferma o disdetta, quanti gg prima dovevano rispondere per non risultare maleducati? Anna - Roma

News a caso

Articoli dalle Rubriche

Ultimi video inseriti

Video a caso

Ida Corr vs. Fedde Le Grand -...
(Fri, 31-Oct-2008)
Ida Corr vs. Fedde Le Grand -...
9 Settimane e Mezzo - Joe Coc...
(Fri, 11-Jul-2008)
9 Settimane e Mezzo - Joe Coc...
Direttastadio 7Gold - (INTER ...
(Sun, 02-Oct-2011)
Direttastadio 7Gold - (INTER ...
La smorfia - San Gennaro
(Mon, 26-Mar-2012)
La smorfia - San Gennaro
ViDeO SpOrT
(Fri, 04-Jul-2008)
ViDeO SpOrT
In questo mondo di ladri
(Sun, 04-Jan-2009)
In questo mondo di ladri
Massimo Ranieri - 'O surdato ...
(Mon, 12-Jan-2015)
Massimo Ranieri - 'O surdato ...
Ti sembro grossa?! Fammi anda...
(Wed, 09-Jul-2008)
Ti sembro grossa?! Fammi anda...
OSTIA BEACH - PARODIA ALEXAND...
(Sat, 02-Dec-2017)
OSTIA BEACH - PARODIA ALEXAND...
James Last - Caruso -
(Mon, 12-Sep-2011)
James Last - Caruso -