Menu principale

Categorie news

Contatore visite OGGI

Utenti online

31 utente(i) online
(1 utente(i) in Rubriche)

Login

Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Foto recenti

Meteo in Italia

La situazione:
Scegli la Provincia

Cerca nel Sito

Foto recenti

Foto a caso

Funerali solenni a L'Aquila, il premier in preghiera -
LE IMMAGINI DELLE LE RAGAZZE DEL PREMIER - Minetti -
La ex coppia presidenzale, George e Laura Bush, insieme a Barack e Michelle Obama, a Washington -
Quarantacinque anni fa l'alluvione di Firenze 1966
Anche all'Ariston e' tattoo-mania
Ironia domina sul web, tra doppisensi e fotomontaggi
Napoli città da amare
La mia ex moglie une vera t... Gustavo - Torino
Senza entusiasmo, non si è mai compiuto niente di grande
Napoli: Sophia Loren, da oggi è cittadina della nostra meravigliosa città, Luigi de Magistris
SmartSection is developed by The SmartFactory (http://www.smartfactory.ca), a division of INBOX Solutions (http://inboxinternational.com)
Rubriche > MISTERI NASCOSTI > Come riconoscere uno psicopatico?
Come riconoscere uno psicopatico?
Articolo di Antonella Ianniello pubblicato il 6/5/2016 (1302 Letture)
Hai visto film sui serial-killers, e a volte tratti anche i tuoi amici come psicopatici per i loro intrighi. Ma sai veramente cosa significa questo termine? Come riconoscere i sintomi di questo disturbo della personalità? Quello che bisogna sapere per mettere fine alle dicerie. Lo psicopatico non è quello che si crede…


Prima di tutto una precisazione: la psicopatia non è una malattia mentale! In effetti, secondo gli esperti si tratterebbe di un disturbo della personalità, una deviazione rispetto alla norma. Il termine è nato negli anni ‘30. Attualmente, gli specialisti raccomandano di abbandonare il termine “psicopatia” a favore dell’espressione “organizzazione della personalità ad espressione psicopatica” (OPEP).


Donna allegra


La psicopatia interesserebbe dal 2 al 3% della popolazione, soprattutto gli uomini, fra i 20 e i 30 anni. Da sottolineare il fatto che il disturbo sembra scomparire dopo i 40 anni, inspiegabilmente (leggere a questo proposito l’articolo sui trattamenti).



Per correggere un’immagine un po’ deformata della realtà, lo psicopatico non è un pericolososerial killer assetato di sangue. È soprattutto unantisociale o piuttosto un “dissociale” come dicono gli specialisti, che ha difficoltà a mantenere i rapporti con gli altri. Fra le psicopatie si distinguono anche le personalità borderline.


Psicopatia: riconoscere il disturbo



Esistono molti definizioni dei disturbi psicopatologici, in particolare secondo il Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali americano (Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders, DSM-IV), o la classificazione internazionale delle malattie dell’Organizzazione mondiale della sanità (Cim). Un rapporto dell’Autorità superiore della sanità sulla cura degli psicopatici ha identificato sei punti che caratterizzano la personalità psicopatica:



    L’indifferenza fredda.



Le persone non sono sensibili, non si può “prenderli per i sentimenti”.



    L’irresponsabilità.


Consigli per riconoscere uno psicopatico



Parliamone: ai nostri giorni uno psicopatico non deve tenere necessariamente la mummia della madre morta un anno prima all’interno del ripostiglio di casa (anche se c’è chi lo ha fatto, eh…) né aggirarsi nella notte dotato di motosega in cerca di coppiette che si appartano con la macchina per spiegare loro quanto sia pericoloso, talvolta, l’amore.






No, lo psicopatico del nuovo millennio è socialmente accettato (anche se con riluttanza, ovvio) e perfettamente integrato nonostante le sue manie non sempre condivisibili.



Tu sei pazzo!“. Quante volte lo avremo pensato di un amico, un conoscente o un familiare? Abbastanza, da poter dire che tutti noi conosciamo almeno uno psicopatico.



La cosa non è così assurda, ma corrisponde alla realtà. Si stima, infatti, che circa il 4% della popolazione mondiale abbia dei disturbi mentali anche gravi. Mancanza di empatia, narcisismo, violenza, schizofrenia e chi più ne ha più ne metta. Molti (anzi la maggior parte) vivono integrati all’interno della società, quasi come se la psicopatia fosse anche la chiave del successo.


Ma chi sono gli psicopatici?



Spesso, associamo gli psicopatici a criminali e omicidi, artisti del calibro di Anders Breivik o Ted Bundy, ma non è sempre così, anzi. Le persone con disturbi mentali conducono una vita del tutto normale, senza uccidere o ferire nessuno. Tratti come la tendenza alla paranoia, la menzogna patologica, il fascino superficiale e l’impulsività sono solo alcuni dei 20 segni riscontrabili con il test PCL-R, o Psychopath Test, ovvero un esame per ottenere una valutazione psicologica del paziente.



Il neuroscienziato James Fallon, mentre stava guardando le scansioni cerebrali di assassini e criminali, mettendo a confronto l’attività nelle aree cerebrali responsabili di empatia con quella degli altri che erano considerati “normali”, notò una scansione (eseguita per altri studi sull’Alzheimer), la sua, che presentava gli stessi segni di quella degli psicopatici. Dunque, qual è il confine tra psicopatia e normalità? Mostrandola ai suoi colleghi, capì che certi schemi dell’immaginario collettivo non erano poi così corretti nel valutare il potenziale psicopatico di ciascuno.



Secondo Xanthe Mallett, un antropologo forense e criminologo presso l’Università del New England, ci sonoalcuni segnali che si cercano durante un interrogatorio per giudicare se qualcuno potrebbe essere un malato mentale. Spesso, si è convinti di trovare segnali verbali e fisici, ma non si pensa al fatto che gli psicopatici sono quasi sempre bravissimi attori e sanno fingere. Uno degli elementi che potrebbe realmente essere un sintomo di questi disturbi è la distanza fisica che intercorre tra due persone nella stessa stanza; gli psicopatici preferiscono mantenere una certa distanza per essere più a loro agio.


Quindi, come riconoscere uno psicopatico?



Non è così facile e, molto spesso, i nostri giudizi restano superficiali e privi di fondamento. Ricordate la storia del dr. Jackie mr. Hyde? Chi lo avrebbe mai detto che il dr. Jackie fosse il serial killer?! 

















Naviga negli articoli
Precedente articolo Tradimento: perché noi donne tradiamo? Le dinamiche nella crisi di coppia prossimo articolo

Rubriche

Chiamaci su Skype

Social Networks

Messaggi dal Guestbook

  • 20/11/2008  Sono Miriam di Milano  Sono Miriam di Milano vorrei dirvi ...
  • 7/9/2008  Luisa Casalnuovo (NA) - Italia -  Ho letto le vostre rubriche eccezionali e o visto le foto sui tifosi belle
  • 7/9/2008  Luisa Volla (NA) - Italia  Coplimenti un ottimo sito non è caotico ed è molto chiaro
  • 23/8/2008  Kya  X Angela
  • 16/8/2008  Jonny  Divertente
  • 15/8/2008  Sara - Napoli  Sotto Voce è molto interessante -
  • 13/8/2008  Sara  Salve leggo spesso con le mie amiche i vostri messaggi nella rubrica sotto voce
  • 13/8/2008  Celeste - Napoli -  Per Angela di Napoli
  • 13/8/2008  Popetta  Per Angela
  • 13/8/2008  Mary Bon  Ad Angela di Napoli


  • Visita

News più lette

Un articolo a caso

Il marito tradito deve lasciare il nome alla bimba fino ai 18 anni. Il motivo: "Oggi è piccola e sarebbe un trauma troppo forte.

News a caso

Articoli dalle Rubriche

Ultimi video inseriti

Video a caso

Battesimi Chiesa Evangelica d...
(Fri, 07-Nov-2008)
Battesimi Chiesa Evangelica d...
Stanlio e Ollio - 1956 - Ulti...
(Sun, 05-Jan-2014)
Stanlio e Ollio - 1956 - Ulti...
Vorrei incontrarti fra cent'a...
(Mon, 24-Jun-2013)
Vorrei incontrarti fra cent'a...
Olye e ridicolo-13
(Tue, 03-Apr-2012)
Olye e ridicolo-13
IL PRINCIPE CERCA MOGLIE
(Fri, 27-Jan-2017)
IL PRINCIPE CERCA MOGLIE
Le lacrime di Maria
(Wed, 09-Jul-2008)
Le lacrime di Maria
Auto ad acqua Giappone Genepa...
(Mon, 18-Aug-2008)
Auto ad acqua Giappone Genepa...
Beautiful Orgasm Mix
(Sun, 02-Nov-2008)
Beautiful Orgasm Mix
Bambino molto piccolo costret...
(Mon, 22-Apr-2013)
Bambino molto piccolo costret...
Scusate il ritardo - ti facci...
(Fri, 20-Feb-2009)
Scusate il ritardo - ti facci...