Menu principale

Categorie news

Contatore visite OGGI

Utenti online

25 utente(i) online
(1 utente(i) in Rubriche)

Login

Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Foto recenti

Meteo in Italia

La situazione:
Scegli la Provincia

Cerca nel Sito

Foto recenti

Foto a caso

Tenniste Sex: Maria Sharapova -
Napoli: Ci voleva la tessera annonaria per avere il pane 1940
Calendario Pirelli 2012 nel segno della purezza
Un modello di Kaviar Gauche alla Mercedes-Benz Fashion Week Fall Winter 2012
Spopola la nail art, unghie per tutti i gusti. Fiorate, zebrate, high tech
Le terre sconosciute. Non si scopriranno mai i limiti della stupidità
Cagliari: “Se venite nudi spesa gratis fino a 250 euro”: La pazza idea di un supermarket
Molte donne si danno a Dio quando il diavolo non le vuole più
Napoli ieri
Questa risolve molti problemi... ?
SmartSection is developed by The SmartFactory (http://www.smartfactory.ca), a division of INBOX Solutions (http://inboxinternational.com)
Rubriche > MISTERI NASCOSTI > La morte nella religione cristiana: da enigma a mistero
La morte nella religione cristiana: da enigma a mistero
Articolo di Gennaro Piccolo pubblicato il 13/8/2012 (1602 Letture)
La crocePer molti antropologi la morte è l’origine della religione: la religione offre dei paradisi, una speranza illusoria a chi non sa affrontare la morte . In realtà un’analisi attenta delle interpretazioni della morte nelle religioni fa percepire l’opposto: la religione nasce non dalla paura della morte , o come fuga da essa, ma come desiderio di vita e d’immortalità innato nell’uomo, che non accetta passivamente il fatto della morte . Dopo un accenno alla visione della morte nelle religioni più diffuse, viene presentata l’interpretazione della morte secondo la tradizione giudaico-cristiana.


Inferno di DanteSecondo la fede ebraica, documentata dal Primo Testamento, la morte era contestazione della vita; solo la vita è considerata il bene più alto: vita lunga e piena, che continua nella discendenza; rappresenta il massimo dei beni. Dio stesso è presentato come il vivente. La vita però non è mai mitologicamente una grandezza autonoma. È Dio che dà la vita, e la toglie. All’inizio la morte veniva considerata come una punizione per peccati propri o dei padri (dottrina della retribuzione). Per cui la domanda problematica: perché Dio abbandona apparentemente il giusto (nella sofferenza e nella morte ), e sembra che il malvagio stia bene e viva a lungo. Con il libro di Giobbe viene messa in discussione questa dottrina: la morte e il dolore non vanno legate direttamente a una propria colpa. Giobbe 2,10: “Se abbiamo ricevuto il bene da Dio, non dobbiamo forse accettare anche il male?”.



Dunque l’uomo che accetta la vita, sa che deve morire. La cosa certa però è che la morte non ha un potere assoluto, ma anch’essa è sottomessa alla potenza di Dio.

La fede cristiana, documentata in particolare dal Seconda Testamento, non svuota la dura e sofferta realtà della morte con la promessa della risurrezione o del paradiso…né la esalta; ma assume in pieno la morte , senza distorsioni o parafrasi, ne assume il peso e ne riconosce la negatività. Per comprendere la morte nel cristianesimo dobbiamo volgere lo sguardo alla morte di Gesù, alla croce. Il cristianesimo ha sempre affermato con chiarezza la morte di Gesù, non l’ha mai raddolcita, svuotata; prima di proclamare la risurrezione si annuncia la morte di Gesù, come evento drammatico non solo per l’uomo, ma anche per Dio stesso. Il Nuovo Testamento descrive in toni drammatici la morte di Gesù, cerca di darne voce (le 7 parole di Gesù in Croce). Ma proprio perché la morte è entrata in Dio, assunta da lui, è stata svuotata dal suo interno: le è stato tolto il suo proprium, il suo specifico, cioè la mancanza di relazione in cui getta il morire.



Il messaggio cristiano sulla morte dice allora che è possibile viverla senza l’angoscia della solitudine e del nulla; ad essa è stata tolta - grazie alla morte di Cristo - la spinta verso il nulla; la morte non viene annullata, perché rimane come prova e dramma della vita, ma privata della conseguenza.

La fede cristiana, che ascolta in silenzio e che insieme dona una parola, trasforma la morte da enigma a mistero. Enigma è qualcosa che è senza soluzione, e non lascia speranza.



Mistero è ciò che può essere detto, evocato, anche se non esaurito.



Signore, dà a ognuno la sua morte , quella morte che viene da una vita trovato amore, senso e pena. Perché noi siamo soltanto il guscio e la foglia.

Il frutto attorno a cui tutto gira è la grande morte che ognuno ha in sé.

E’ questo che rende la morte estranea e pesante: che non è la nostra morte ; è una morte qualunque che infine ci prende soltanto perché non ne abbiamo maturato una nostra;

perciò una tempesta viene a spazzarci via tutti.



 



 


Naviga negli articoli
Precedente articolo Che significato ha il Natale ai giorni nostri? COM'E' NATO IL MONDO? - PERCHE' SI SOFRE? - COSA SUCCEDE DOPO LA MORTE? prossimo articolo

Rubriche

Chiamaci su Skype

Social Networks

Messaggi dal Guestbook

  • 20/11/2008  Sono Miriam di Milano  Sono Miriam di Milano vorrei dirvi ...
  • 7/9/2008  Luisa Casalnuovo (NA) - Italia -  Ho letto le vostre rubriche eccezionali e o visto le foto sui tifosi belle
  • 7/9/2008  Luisa Volla (NA) - Italia  Coplimenti un ottimo sito non è caotico ed è molto chiaro
  • 23/8/2008  Kya  X Angela
  • 16/8/2008  Jonny  Divertente
  • 15/8/2008  Sara - Napoli  Sotto Voce è molto interessante -
  • 13/8/2008  Sara  Salve leggo spesso con le mie amiche i vostri messaggi nella rubrica sotto voce
  • 13/8/2008  Celeste - Napoli -  Per Angela di Napoli
  • 13/8/2008  Popetta  Per Angela
  • 13/8/2008  Mary Bon  Ad Angela di Napoli


  • Visita

News più lette

Un articolo a caso


Amo la vita, i miei figli e mio marito. Ho 45 anni circa 15 anni fa caddi in depressione, con psicofarmaci e il resto era un calvario. Mio marito era a lavora, bussò alla porta un rappresentante, vendeva scope elettriche, lo feci entrare, lo aveva mandato una mia amica, stonata come ero non mi accorsi che il camice di stanza che avevo si era aperto e si vedeva tutto, il reggiseno in casa non lo mai messo, appena mi sedetti, lui invece di spiegare della scopa mi disse: Signora lei è molto bella la posso baciare?



News a caso

Articoli dalle Rubriche

Ultimi video inseriti

Video a caso

Marchese del Grillo - Er carb...
(Wed, 25-Feb-2015)
Marchese del Grillo - Er carb...
Rischio epidemia: le testimon...
(Tue, 13-Mar-2012)
Rischio epidemia: le testimon...
No alla mafia!
(Mon, 25-Aug-2008)
No alla mafia!
Rolling Stones - Angie
(Sat, 13-Jul-2013)
Rolling Stones - Angie
Il TORMENTONE DEL MOMENTO 201...
(Thu, 25-Jul-2013)
Il TORMENTONE DEL MOMENTO 201...
Robbie Williams Angels Traduz...
(Sun, 02-Mar-2014)
Robbie Williams Angels Traduz...
Africa
(Mon, 15-Feb-2016)
Africa
Foglie di ulivo rai uno matti...
(Sun, 15-May-2016)
Foglie di ulivo rai uno matti...
Gigione A' campagnola
(Fri, 28-Mar-2014)
Gigione A' campagnola
Asini in amore...
(Fri, 19-Dec-2008)
Asini in amore...